menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giochi d'artificio (repertorio)

Giochi d'artificio (repertorio)

Notte di San Silvestro senza petardi Cammarata: “Ragioni di sicurezza”

Botti vietati in piazza Politeama. Questa la decisione del Sindaco dopo che il Consiglio comunale ha approvato la proposta di Tanania: "Ho chiesto al comandante dei vigili di aumentare i controlli sui botti illegali"

Il Comune di Palermo ha deciso di non fare esplodere i fuochi d'artificio in Piazza Politeama la notte di Capodanno. Dopo la seduta di ieri del Consiglio comunale che ha approvato la proposta di cui il primo firmatario è Vincenzo Tanania del Partito democratico parla anche il sindaco, Diego Cammarata, che spiega come alla base della decisione ci sono “ragioni di sicurezza, in considerazione del fatto che non possiamo rispettare le distanze dalle abitazioni previste dalla legge. La sicurezza di cittadini è la cosa a cui tengo maggiormente e siamo certi che i palermitani potranno comunque godere una bella festa di piazza. I fuochi di artificio vanno effettuati nei modi e nei luoghi previsti e prescritti per evitare rischi di ogni genere”.

“A questo riguardo - continua il primo cittadino - ho già dato indicazioni al mio capo di gabinetto di verificare se esiste la necessità di emanare un'ordinanza specifica per vietare l'utilizzo in città, soprattutto da parte dei minorenni, di botti e mortaretti, che non siano quelli consentiti dalla normativa vigente e venduti presso gli esercizi autorizzati. Quanto al controllo in città sulla vendita di botti illegali, ho chiesto al comandante della Polizia municipale di aumentare il controllo nelle zone in cui, tradizionalmente, questa vendita avviene. Nella eventualità in cui mi rendessi conto che l'emanazione di una ordinanza specifica può essere utile a sanzionare ulteriormente, rispetto alle previsioni normative, un utilizzo non corretto e che non garantisce la assoluta sicurezza dei cittadini - conclude Cammarata - non avrei esitazione a firmarla”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento