Cambio al vertice dei Lancieri di Aosta, Ciorra cede il comando a Longo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si è svolta oggi, alla presenza del Generale di Brigata Giuseppe Bertoncello, Comandante della Brigata Meccanizzata “Aosta”, il cambio del comandante del Reggimento Lancieri di “Aosta” (6°). Dopo due anni, il colonnello Mario Ciorra ha ceduto il comando del Reggimento al parigrado Antonino Longo.  La caserma “Gen. A. Cascino”, sede dell’unità di cavalleria, ha accolto gli intervenuti attuando i necessari temperamenti su distanziamento sociale, nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti per il contenimento del Covid-19. 

Nella sua allocuzione, il comandante cedente ha fatto un bilancio del suo mandato trascorso in Sicilia, evidenziando gli impegni addestrativi ed operativi che hanno caratterizzato il periodo di comando. Dalla responsabilità della task force di manovra in Libano nell’operazione “Leonte XXVI”, che ha garantito l’attuazione della risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, al costante impegno nell’operazione “Strade Sicure” in Sicilia e Calabria. Impegni che sono proseguiti con il supporto a favore della città di Palermo e dei comuni limitrofi durante tutte le fasi emergenziali legate all'emergenza da Covid-19. Il Colonnello Ciorra, che nei prossimi giorni assumerà un nuovo incarico presso lo Stato Maggiore dell’Esercito, al termine del suo intervento, ha espresso sentimenti di gratitudine nei confronti dei Lancieri, uomini e donne, ringraziandoli per l’impegno costante, l’estrema dedizione e lo spirito di sacrificio dimostrato in ogni circostanza, connubio di
sostanza e forma dei più antichi valori dell’Esercito italiano. Infine, rivolgendosi al Comandante subentrante, ha auspicato un sereno e proficuo periodo di comando, ricco di successi e soddisfazioni.  
Per il Colonnello Antonino Longo, 83° comandante dei Lancieri di “Aosta”, proveniente dallo Stato Maggiore dell’Esercito, si tratta di un ritorno nei ranghi del Reggimento nel quale aveva già prestato servizio nel 2015.

Torna su
PalermoToday è in caricamento