Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Alessia diventa Alessio, il Tribunale di Palermo dà l'ok: donna può essere uomo all'anagrafe

Via libera a un transessuale di 23 anni: potrà cambiare sesso nei documenti prima ancora dell'intervento chirurgico anche per evitare i "profondi disagi nella vita di relazione", che deriverebbero dal continuare ad avere dati anagrafici femminili

Potrà cambiare sesso nei documenti e all'anagrafe prima ancora dell'intervento chirurgico. Il Tribunale di Palermo ha dato l'ok a un transessuale di 23 anni, ancora biologicamente donna, che ha scelto di essere Alessio e non più Alessia. Come riporta l'agenzia Agi si tratta di una delle prime applicazioni in Italia di un principio riconosciuto nel 2015 dalla Corte europea dei diritti dell'uomo e successivamente dalla Cassazione e dalla Corte costituzionale.

L'intervento chirurgico non è stato ancora eseguito, ma Alessio si è sempre sentito uomo. Per i giudici della prima sezione civile del Tribunale di Palermo ha dunque diritto a veder corrispondere la propria identità formale con quella apparente e sostanziale, anche per evitare i "profondi disagi nella vita di relazione", che deriverebbero dal continuare ad avere "nei documenti di identità dati anagrafici femminili, a fronte di un aspetto esteriore e di una personalità interiore vissuti da sempre come maschili".

Alessio si è sempre sentito uomo e dell'uomo ha i tratti somatici. La sentenza accoglie le tesi del suo avvocato. Come scrive il giudice nella sentenza Alessia potrà essere Alessio anche in attesa del "trattamento medico chirurgico volto ad adeguare i caratteri sessuali da femminili a maschili", che è stato pure consentito con la sentenza del tribunale palermitano. Oggi dunque non viene più considerato come "prerequisito" l'operazione, tra l'altro potenzialmente pericolosa per la salute, ma solo l'esigenza di consentire "alla persona di raggiungere uno stabile equilibrio psicofisico".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessia diventa Alessio, il Tribunale di Palermo dà l'ok: donna può essere uomo all'anagrafe

PalermoToday è in caricamento