menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Non ci arrendiamo ai licenziamenti": sit in Almaviva in via Cavour

Dopo il nulla di fatto del vertice al Mise gli operatori sono tornati in piazza. Il traffico, in tutta la zona, è molto rallentato. Sul posto le pattuglie della polizia municipale

Nuova giornata di mobilitazione nazionale per Almaviva. I lavoratori del call center, che vedono avvicinarsi ogni giorno di più l'incubo licenziamenti, sono scesi nuovamente in piazza. A Palermo gli operatori si sono radunati in via Cavour, davanti alla Prefettura. Il traffico, in tutta la zona, è molto rallentato. Sul posto sono presenti anche le pattuglie della polizia municipale.

Contemporaneamente è scattata la mobilitazioine anche in piazza Santissimi Apostoli a Roma: un sit in unitario per dire "no" ai 2988 licenziamenti che scatteranno se entro il 5 giugno non si troverà una soluzione. Dopo l'incontro di ieri che si è concluso con un nulla di fatto, lunedì 30 alle 15 i sindacati si ritroveranno nuovamente al ministero dello Sviluppo economico. La vertenza è a uno snodo.

"Da Palermo l'Slc Cgil e la Cgil hanno lanciato l'idea di questa manifestazione unitaria di Roma con la partecipazione di tutte le sedi dei call center Almaviva. Non abbassiamo la guardia e oggi scendiamo tutti in piazza contro lo scempio di tremila licenziamenti annunciati nei tre siti di Palermo, Roma e Napoli, in un settore che ha una prospettiva straordinaria di sviluppo - dichiara il segretario Slc Cgil Maurizio Rosso - Siamo ancora al nulla di fatto, dopo l'ennesimo incontro di ieri tra sindacati azienda e ministero. La tensione è sempre più alta e sempre più ci rendiamo conto dell'immobilismo che ammanta il Paese. Abbiamo chiesto per l'ennesima volta al governo di trovare strumenti adeguati e strutturali per portare il settore fuori dalla crisi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento