Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Call center, M5S: “Dopo Almaviva, lavoratori Abramo messi in sicurezza”

Il piano concordatario con l’azienda si basa sull'offerta vincolante ricevuta dal Fondo Heritage che prevede l'affitto dell'intero perimetro aziendale in Italia e all'estero, e successivamente l'eventuale acquisto che comporterà la piena tutela occupazionale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Il mondo dei servizi di call center negli utili anni ha vissuto una crisi che ha messo a rischio migliaia di posti di lavoro. Dopo aver tutelato i lavoratori di Almaviva, ci siamo occupati di salvaguardare anche i lavoratori e le famiglie dei lavoratori di Abramo. Il piano concordatario con l’azienda si basa sull'offerta vincolante ricevuta dal Fondo Heritage che prevede l'affitto dell'intero perimetro aziendale in Italia e all'estero, e successivamente l'eventuale acquisto che comporterà la piena tutela occupazionale. Come Movimento 5 Stelle siamo pienamente soddisfatti dei risultati ottenuti dal Mise”. Lo dichiarano i parlamentari palermitani del Movimento 5 Stelle, Roberta Alaimo, Valentina D’Orso e Adriano Varrica, insieme al sottosegretario per il lavoro e le politiche sociali, Steni Di Piazza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Call center, M5S: “Dopo Almaviva, lavoratori Abramo messi in sicurezza”

PalermoToday è in caricamento