rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Borgo Nuovo

Palermo nella morsa degli incendi: roghi a Borgo Nuovo, caos sull'autostrada A19

Le temperature oltre i 40 gradi e il forte vento di scirocco hanno messo a dura prova vigili del fuoco, Protezione civile e Forestale già dalle prime luci dell'alba. Chiusi al traffico i tratti tra via Giafar e Villabate e fra Termini e Trabia. Bruciano anche le montagne a San Giuseppe Jato, forti disagi anche sulla Fondovalle. Il sindaco: "Massima cautela"

Il fatto che sarebbe stata una giornata rovente era stato preannunciato dagli gli esperti meteo. E come se non bastasse si sono aggiunte decine di incendi, con le fiamme alimentate dal grande caldo. Sono numerosi gli interventi eseguiti già dalle prime ore del mattino da vigili del fuoco, Protezione civile e Forestale, impegnati a fronteggiare le fiamme divampate tra la periferia di Palermo, come Bonagia e Borgo Nuovo, e la provincia. A bruciare perlopiù cumuli di rifiuti, cassonetti e sterpaglie. Intervento dei vigili del fuoco anche tra Misilmeri e Bolognetta dove è esplosa una bombola Gpl (e non un serbatoio fuori terra come indicato in un primo momento). Fortunatamente non si registrano feriti né ulteriori danni.

Borgo Nuovo circondato dalle fiamme | Video

Fiamme a Palermo e provincia: le foto degli incendi

Caos sull'autostrada Palermo-Catania

Altri incendi sono stati registrati sulla Palermo-Sciacca, nella zona di San Giuseppe Jato, e lungo l'autostrada Palermo-Catania, all'altezza di Villabate, dove sono andate a fuoco le sterpaglie che costeggiano l'autostrada. Il traffico, fanno sapere dall'Anas, è stato interrotto per circa un'ora e deviato verso gli svincoli di Giacalone e Piana degli Albanese. Anche l’autostrada A19dir è stata provvisoriamente chiusa al traffico, in direzione Catania, tra via Giafar e Villabate, per la presenza di un incendio che ha minacciato anche la scuola elementare Corrao. Sul posto è presente il personale di Anas per la gestione della viabilità. Ma si registrano lunghe code sia in entrata che in uscita da Palermo

Pioggia di cenere a Borgo Nuovo

I due principali roghi registrati in città nella tarda mattina sono quelli di via Castellana, dove i vigili del fuoco sono intervenuti per spegnere le fiamme divampate non lontano dalla stazione dell'Enel e da alcune abitazioni. A fornire supporto anche alcune pattuglie dei carabinieri e della polizia. Alcuni abitanti del quartiere hanno lasciato le loro abitazioni per precauzione. Chiusa per il fumo la strada che conduce alla discarica di Bellolampo. Anche il quartiere di Bonagia è stato avvolto da una nube di fumo nero che si è alzata da una montagna di rifiuti che ha preso fuoco. La situazione lì, fanno sapere dal Comando provinciale, è ormai sotto controllo.

A rendere più difficile le operazioni di spegnimento, oltre alle alte temperature, anche le difficoltà tecniche che non hanno consentito l'utilizzo di elicotteri. Il Comando provinciale dei vigili del fuoco, sotto il coordinamento della direzione regionale, ha chiesto il supporto delle squadre di altri comandi provinciali in attesa che potessero alzarsi in volo i canadair.

Paura a Termini e Trabia

Una trentina di famiglie sono state evacuate questa mattina a causa di un incendio avvenuto in contrada Petruso, a Termini, dove un appartamento in fase di ristrutturazione è stato distrutto dalle fiamme. Venti gli ettari di vegetazione andati in cenere. Un altro incendio è stato registrato in contrada Danigarci, a Trabia, dove un’altra vasta area è stata danneggiata dalle fiamme. Il fumo ha invaso anche la carreggiata dell'autostrada (foto in basso) rendendo difficile la visibilità agli automobilisti. Per questo è stato chiuso il tratto tra gli svincoli di Trabia e Termini Imerese.

Fiamme anche Poggio Ridente e Giacalone

Altre squadre antincendio sono intervenute a Poggio Ridente, vicino alla zona di Boccadifalco, e a Giacalone, frazione di Monreale, dove è stato necessario l'intervento dei canadair per circoscrivere il fronte del fuoco.

Il sindaco: "Massima cautela, evitate di sostare all’aperto"

"La potente ondata di calore di oggi e gli incendi che si sono sviluppati nel pomeriggio nel quartiere di Borgo Nuovo e a Bellolampo richiedono la massima cautela da parte dei cittadini nelle zone circostanti l’incendio, evitando ove possibile di sostare all’aperto. Lo comunica il sindaco Roberto Lagalla, che aggiunge: “Ho personalmente raggiunto il quartiere di Borgo Nuovo dove l’incendio è stato domato e al momento la situazione è tornata sotto controllo, per fortuna non si registrano feriti. A Bellolampo invece servono rinforzi per riuscire a spegnere le fiamme. Ho chiamato il prefetto per chiedere l’intervento di un ulteriore canadair. Stiamo lavorando incessantemente, insieme al vicesindaco Carolina Varchi e agli assessori Maurizio Carta e Antonella Tirrito, per monitorare l’andamento dei roghi che stanno mettendo a dura prova la città e i palermitani. Ringrazio le forze dell’ordine, in particolare la polizia municipale, i vigili del fuoco, i forestali per il duro lavoro di queste ore nel gestire l’emergenza”.

Articolo aggiornato alle ore 20,43 del 18 agosto 2022 con dichiarazione sindaco Lagalla

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo nella morsa degli incendi: roghi a Borgo Nuovo, caos sull'autostrada A19

PalermoToday è in caricamento