Calaciura (Ancra Sicilia Confcommercio): “Adeguamento cenciaioli, pronti a collaborare con Confartigianato”

Maurizio Calaciura, cenciaioli, Raee, Ancra Sicilia, Confcommercio, Confartigianato, Nunzio Reina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

PALERMO, 16/04/2016 - I cenciaioli, gli ambulanti dediti al riciclaggio del ferro, secondo quanto deciso dal ministero dell'Ambiente che ha concesso una proroga, hanno tempo sino al 31 dicembre di quest'anno per adeguarsi alla legge 221 del 28 dicembre 2015 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali). Per Maurizio Calaciura, presidente di Ancra Sicilia Confcommercio, ente capofila del network Raee, questa è un'ottima occasione per aprire alla collaborazione fra ambulanti e commercianti.

"Siamo pronti - afferma Calaciura - a valorizzare i cenciaioli attraverso la loro regolarizzazione in apposite e regolari cooperative, o altre forme societarie possibili, e metterli a servizio dell'intera raccolta Raee che i rivenditori di elettrodomestici, ossequiosi del d.lgs 49\2014, operano correttamente, ricevendo l'erogazione dei premi di efficienza dal Centro di Coordinamento Raee".

Tutto questo è consentito grazie all'accordo di programma siglato con la Regione Siciliana e soprattutto l'intesa stabilita con Anci Sicilia, per l'attuazione, attraverso il protocollo d'intesa sottoscritto, del piano straordinario e sperimentale del Progetto Raee Sicilia.

"Non possiamo restare indifferenti alle esigenze delle categorie interessate - prosegue Calaciura, che a livello nazionale ricopre la carica di vicepresidente - perché sostenerle e dare loro servizio e lavoro è il nostro compito".

"La filiera completa del circuito dei rifiuti Raee - - sottolinea Calaciura - include a pieno titoli i cenciaioli e le piattaforme regolari di smaltimento operanti nel settore. La riprova di ciò è l'accordo nazionale, stipulato a Roma pochi giorni fa, il 13 aprile, fra il CdC Raee e i rappresentanti delle associazioni che in Italia gestiscono le piattaforme di trattamento Raee e rifiuti ferrosi"

Quindi il presidente di Ancra Sicilia Confcommercio tende una mano alle associazioni di categoria. "A Confartigianato - ha concluso Calaciura - diciamo di lavorare insieme per trovare, entro i tempi dettati dalla legge, le soluzioni adatte. Siamo firmatari entrambi dei protocolli d'intesa Raee e collaborare deve essere la nostra vera forza per trovare le soluzioni".

Torna su
PalermoToday è in caricamento