Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via dei Cassari

La Cala si trasforma in ring: rissa a colpi di marmitta

Notte animata nella zona portuale: quattro arresti. I protagonisti della lite hanno aggredito i carabinieri, che erano intervenuti proprio per sedare la zuffa. Stavano utilizzando gli oggetti più disparati: dalla mannaia al casco

C'era anche una donna nella maxi rissa che ha vivacizzato la scorsa notte alla Cala. Quattro arresti dei carabinieri in via Cassari. I militari sono intervenuti dopo avere ricevuto una segnalazione. Al loro arrivo si sono trovati davanti una scena da far west. Un tutti contro tutti: i contendenti si stavano picchiando nella zona portuale usando gli oggetti più disparati. Secondo quanto riferiscono i carabinieri c'era chi armeggiava una mannaia, chi brandiva perfino la marmitta di un ciclomotore. I protagonisti della rissa hanno poi aggredito i militari, che erano intervenuti proprio per sedare la lite.  

In manette sono finiti con l’accusa di rissa e resistenza a pubblico ufficiale M.A. di 52 anni, la figlia G.A. di 33 anni, D.M. di 26 anni. Per evasione e porto abusivo di arma impropria è stato invece arrestato S.M. di 61 anni, pregiudicato e già ai domiciliari (nella foto a destra), che era armato di una mannaia, poi sequestrata. I quattro sono stati sorpresi mentre erano coinvolti in una rissa, che - riferiscono i carabinieri - è stata generata da futili motivi, insieme ad altre persone che si sono date alla fuga all’arrivo dei militari. Nella colluttazione sono stati utilizzati anche un casco e un pezzo di legno. S.M.-9

Dopo l'udienza di convalida degli arresti, padre e figli sono stati rimessi in libertà con l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, il ventiseienne è stato posto agli arresti domiciliari e il pregiudicato trasferito in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cala si trasforma in ring: rissa a colpi di marmitta

PalermoToday è in caricamento