rotate-mobile
Cronaca

La Regione modifica il calendario venatorio: "Caccia aperta, divieti nelle aree incendiate"

L'assessore all'Agricoltura Toni Scilla ha firmato il nuovo decreto dopo l'ordinanza del Tar del 3 novembre scorso, che sospende la caccia solo relativamente alla tortora selvatica e alla beccaccia. "Una mappa di geolocalizzazione faciliterà l'individuazione delle zone percorse dal fuoco"

Caccia regolarmente aperta in Sicilia salvo alcune eccezioni. L'assessore regionale all'Agricoltura Toni Scilla ha firmato il decreto di modifica al calendario venatorio 2021- 2022, che in attuazione dell'ordinanza del Tar del 3 novembre 2021, sospende la caccia solo relativamente alla tortora selvatica e alla beccaccia.

Il decreto vieta, inoltre, la caccia nelle aree interessate da incendi e in tutte le aree percorse dal fuoco inclusa una fascia di rispetto di 150 metri.

"I giudici amministrativi hanno approvato il calendario, limitando solo la caccia della tortora e quella della beccaccia per i primi dieci giorni di gennaio e hanno ribadito il divieto, peraltro a carattere nazionale, di cacciare nei terreni incendiati - ha detto il rappresentante del governo Musumeci -. Ai cacciatori siciliani basta informarsi sulle aree incendiate consultando la mappa di geolocalizzazione che facilita l'individuazione delle zone".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione modifica il calendario venatorio: "Caccia aperta, divieti nelle aree incendiate"

PalermoToday è in caricamento