menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mondello, il Tar: "Sì al pagamento degli oneri di concessione per le cabine"

Lo ha deciso una sentenza della seconda sezione del tribunale amministrativo. I manufatti "rientrano nel novero di nuove costruzioni, necessitanti di concessione edilizia"

Le cabine di Mondello devono pagare gli oneri di urbanizzazione, ma in proporzione ai mesi d'installazione sulla spiaggia. Lo ha deciso una sentenza della seconda sezione del Tar (presidente Cosimo Di Paola, estensore Sebastiano Zafarana).

La querelle tra il Comune e la Italo-Belga - società che ha in concessione 36 mila metri quadri di arenile a Mondello - si arricchisce di una nuova puntata giudiziaria. Questa volta parzialmente in favore di Palazzo delle Aquile che, due anni fa, aveva chiesto l'adeguamento degli oneri a partire dal 2011, sulla base della superficie lorda occupata dai manufatti in legno - seppur precari - sulla spiaggia. La delibera è stata però impugnata dalla Italo-Belga, secondo cui per tipologia (non sono manufatti edili) e utilizzo temporaneo (tre mesi all'anno) le cabine non possono essere soggette ad oneri concessori. Il Tar adesso ha però deciso diversamente, precisando che le cabine rientrano "nel novero di nuove costruzioni, necessitanti di concessione edilizia".

Tuttavia i giudici amministrativi hanno stabilito che il pagamento degli oneri deve avvenire "in proporzione all'insieme dei nuovi benefici che la costruzione ne trae": ciò significa che il pagamento deve essere "commisurato in ragione dell'effettivo carico urbanistico". Punto quest'ultimo in favore della Italo-Belga perché costringe il Consiglio ad annullare la delibera. Inoltre è stata rigettata la pretesa del Comune dei cosiddetti parcheggi pertinenziali: i lidi non sono tenuti a realizzarli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento