Cronaca Partanna-Mondello

Mondello, le cabine restano: tribunale ingolfato, decisione rinviata

Un problema amministrativo ha salvato la stagione balneare dei gestori dei lidi nella borgata marinara. Qualunque decisione verrà presa a partire da settembre. E spunta una concessione edilizia per un secondo lido. Trizzino, del M5S: "Due pesi e due misure"

Cabine a Mondello (foto archivio)

Le cabine di Mondello resteranno dove sono, almeno fino alla fine della stagione estiva. Il sequestro delle strutture in legno nei lidi della borgata marinara è stato scongiurato a causa di un "ostacolo" amministrativo: il tribunale del riesame è ingolfato e ha dovuto rinviare all'autunno i provvedimenti meno urgenti. La decisione dei giudici sul sequestro potrebbe arrivare quando il problema, almeno per quest'anno, sarà superato. E sulle concessioni edilizie per gli stabilimenti balneari arriva un duro attacco del Movimento 5 Stelle all'indirizzo di Orlando: "Siamo al paradosso: a Palermo chi si muove nel solco del diritto viaggia in strada sterrata, chi lo aggira corre in autostrada".

E' stata, forse, la querelle che ha maggiormente tenuto banco nell'estate palermitana: cabine si, cabine no. L'inchiesta è partita dopo la stesura di un fascicolo da parte della polizia municipale sulle presunte violazioni ambientali ed edilizie della società Italo-Belga, ma è naufragata a causa delle difficoltà logistiche - si legge sul Giornale di Sicilia - del foro palermitano di affrontare la questione. Da allora tutti gli altri stabilimenti sono stati passati al setaccio per ultreriori accertamenti. Possono dunque tirare un "sospiro di sollievo" i gestori dei lidi i quali, in mancanza di un pronunciamento da parte dei giudici, potranno chiudere la stagione estiva serenamente. Secondo i pm l'Italo-Belga non sarebbe in possesso di un'autorizzazione valida della Sovrintendenza. Tesi rigettata dai legali della società i quali sostengono che sia "tutto in regola".

DUE PESI E DUE MISURE - Polemico il presidente della commissione ambiente dell'Ars Giampiero Trizzino, dopo avere appreso del rilascio di una concessione edilizia per un secondo lido. "Ad oggi - spiega Trizzino - le notizie che abbiamo dal Suap ci confermano come solo alcuni lidi sugli oltre 15 hanno preso in considerazione la possibilità di ottenere la concessione edilizia. E gli altri? Che fanno? Avviano la stagione come se nulla fosse? Inviando alla gente un messaggio pericolosissimo, che potrebbe indurre altri ad infischiarsene delle norme, e non mi riferisco solo a Mondello. Ci spieghi il sindaco Orlando - conclude Trizzino - come questo possa accadere e, soprattutto, lo spieghi ai cittadini, chiamati a pagare continui e sempre più esosi balzelli a fronte di entrate che spesso nemmeno hanno. Il Comune acceleri per l’approvazione del Pudm".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondello, le cabine restano: tribunale ingolfato, decisione rinviata

PalermoToday è in caricamento