menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto del Brt in via Libertà

Il progetto del Brt in via Libertà

Tram o busway in via Libertà? Ferrandelli lancia consultazione online

Il candidato sindaco di Palermo ha aderito al corteo "No tram in via Libertà" previsto per domenica 11 settembre e indetto da numerose associazioni cittadine e propone soluzione alternativa. La votazione sul sito dell'ex deputato regionale

"Niente scavi e disagi infiniti, niente rotaie e barriere, costi per la collettività notevolmente ridotti e servizi efficienti. Dico no al tram in via Libertà e lancio un'idea da condividere con i palermitani: sperimentiamo il Brt (Bus rapid transit o busway), un sofisticato sistema di trasporto basato su autobus moderni ed ecocompatibili che offre una mobilità urbana rapida confortevole ed efficiente in termini di costi". Lo dice Fabrizio Ferrandelli, candidato sindaco di Palermo che aderisce alla manifestazione indetta da numerose associazioni cittadine in programma per oggi (domenica 11 settembre) con partenza da piazza Croci per dire no al tram in via Libertà. Lanciata sui social una consultazione online sul sito di Ferrandelli, dove a partire dal pomeriggio sarà possibile registrarsi e votare.

"Penso - aggiunge il candidato a sindaco di Palermo - a un sistema di bus moderni così come fanno in tante città del mondo: dalle grandi metropoli come Istanbul, Rio de Janeiro e Città del Messico, fino alle più piccole città europee come Strasburgo e Nantes in Francia. Il progetto che vi chiedo di valutare è quello dei Bus rapid transit, tanti autoveicoli verdi che dalla stazione centrale raggiungono lo stadio, attraverso via Roma e via Libertà, per consentire ai palermitani di muoversi con facilità e con tempi di percorrenza molto brevi".

Questo sistema, sostiene ancora Ferrandelli, potrebbe migliorare la mobilità urbana "senza sfregiare Palermo e senza gravare sulle tasche dei cittadini". In questo modo si potrebbe valorizzare il sistema infrastrutturale esistente. "Si basa su interventi sostenibili dal punto di vista economico, si realizza velocemente con veicoli ecologici - aggiunge Ferrandelli - e si garantisce ai cittadini un servizio rapido ad alta frequenza attraverso corsie dedicate con diritto di precedenza, semafori temporizzati, fermate concepite come piccole stazioni con accesso a livello, tornelli e bike parking. Insomma, basta poco per migliorare la vita dei cittadini e per rendere Palermo più bella".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento