Cronaca

Incassano i buoni spesa senza averne diritto, 8 "furbetti" scoperti nel Palermitano

Sono tutti residenti tra Trappeto, Borgetto e San Cipirello. Adesso dovranno pagare una sanzione e restituire le somme intascate. A scoprire le irregolarità è stata la guardia di finanza di Partinico, vagliando le oltre 430 istanze presentate in quelle aree

Hanno chiesto e ottenuto i "buoni spesa" senza averne diritto. Otto cittadini, residenti tra Trappeto, Borgetto e San Cipirello 
adesso dovranno pagare una sanzione e restituire le somme intascate. A scoprire le irregolarità è stata la guardia di finanza di Partinico, vagliando le oltre 430 istanze presentate dai residenti in quelle aree del Palermitano.

Dagli accertamenti è emerso che percepivano già altri sussidi, come la Naspi e il reddito di cittadinanza. Un "dettaglio" che non era stato dichiarato al momento della richiesta. E' stata contestata "l'indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato" e sono state comminate sanzioni per quasi seimila euro. Avviata con i Comuni competenti l'azione per il recupero delle somme già erogate nel periodo maggio-luglio 2020 ammontanti a duemila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incassano i buoni spesa senza averne diritto, 8 "furbetti" scoperti nel Palermitano

PalermoToday è in caricamento