Cronaca Brancaccio

Incendio in via Fichidindia, a fuoco una catasta di copertoni

Le fiamme si sono sviluppate in un terreno abbandonato confiscato alla mafia. Una colonna di fumo nero ha invaso tutta la zona. Sul posto tre squadre dei vigili del fuoco: "Pensiamo sia doloso". Evacuata una scuola, alcuni ragazzi in ospedale

Incendio in via Fichi d'India, a Brancaccio

Incendio in un terreno abbandonato a Brancaccio. E’ stato dato alle fiamme un ammasso di copertoni in via Fichidindia. “Anche se è presto per trarre conclusioni – fanno sapere dalla sala operativa dei Vigili del Fuoco – ci sono buone probabilità che si tratti di un incendio doloso”.  In campo tre squadre dei pompieri per spegnere le fiamme che hanno creato una grossa colonna di fumo nero (nella foto) che ha invaso tutta la zona. L'incendio è stato domato intorno alle 14. (GUARDA IL VIDEO)

Una scuola che si trova nelle vicinanze è stata evacuata, si tratta del Danilo Dolci. Pare che alcuni ragazzi e un professore siano finiti in ospedale a cusa delle esalazioni. Nessun problema invece alla Basile, che in un primo momento sembrava dovesse essere evacuata.

L’area data alle fiamme è stata confiscata al costruttore Giovanni Ienna (ritenuto vicino ai boss di Brancaccio Giuseppe e Filippo Graviano). Qui secondo un progetto dell’Agenzia nazionale dei beni confiscati alla mafia, sorgerà la nuova chiesa di Don Pino Puglisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in via Fichidindia, a fuoco una catasta di copertoni

PalermoToday è in caricamento