rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Brancaccio

Brancaccio, approfitta dei domiciliari per coltivare marijuana: arrestato

Nel camerino la polizia ha trovato una parete in cartongesso e, dietro, sei piante di alte 1,60 metri ciascuna. Nell'abitazione c'era anche tutto il necessario per curare la piccola serra

Dedica le ore passate in casa, perchè agli arresti domiciliari, al giardinaggio. Decide però di coltivare marijuana, la polizia lo scopre e scattano nuovamente le manette. Gli agenti del commissariato "Brancaccio" hanno arrestato Salvatore Ciprì, 29 anni.

Durante un controllo, gli agenti avvertito un odore inconfondibile e hanno approfondito gli accertamenti. Nel camerino hanno trovato una parete in cartongesso e, dietro, sei piante di marijuana alte 1,60 metri ciascuna. Nell'abitazione c'era anche tutto il necessario per curare la piccola serra. La casa, inoltre, era collegata abusivamente alla rete elettrica così come altri due appartamenti della famiglia dell'arrestato. Per Ciprì sono scattate le manette, per i suoi congiunti invece la denuncia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brancaccio, approfitta dei domiciliari per coltivare marijuana: arrestato

PalermoToday è in caricamento