Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Bonagia / Via Ortigia

Borgo Ulivia, magazzino trasformato in "putia" di barbiere: arriva la polizia e sequestra tutto

Per l'artigiano abusivo, un palermitano di 46 anni, è scattata anche la sanzione per aver violato le norme anti Coronavirus. Nel box di via Ortigia riscontrate carenze strutturali, igenico-sanitarie e la mancanza di servizi igienici

Aveva trasformato un magazzino in una putia di barbiere, con tutto l'occorrente per servire i clienti: poltrone, specchi, asciugacapelli, forbici, rasoi e prodotti vari per la cura della persona.

Perfino una lavatrice e un crocifisso c'erano nel box di via Ortigia, a Borgo Ulivia, allestito come un salone vero e proprio. Peccato che tutto fosse abusivo e per di più in barba - è proprio il caso di dirlo - alle norme anti Covid.

Quando i poliziotti del commissariato Oreto-Stazione hanno scovato il barbiere, quest'ultimo non è stato in grado di fornire alcun legittimo titolo autorizzatorio per lo svolgimento dell’attività. Per l'artigiano abusivo, un palermitano di 46 anni, è quindi scattata la sanzione amministrativa e il sequestro del magazzino, dove peraltro gli agenti hanno riscontrato carenze strutturali, igenico-sanitarie e la mancanza di servizi igienici.

L'ennesima storia di abusivismo ai tempi del Coronavirus. Stavolta però sono stati i poliziotti a fare il servizio completo: barba, shampoo e... sequestro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Ulivia, magazzino trasformato in "putia" di barbiere: arriva la polizia e sequestra tutto

PalermoToday è in caricamento