Borgo Nuovo, sì ai lavori nella palestra di atletica pesante: "Ora si vede la luce in fondo al tunnel"

E' quanto riferisce la consigliera del M5S e componente della commissione Sport, Viviana Lo Monaco, insieme a Simona di Gesù, consigliera grillina alla Quinta circoscrizione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Il 2021 si apre con una buona notizia per gli sportivi palermitani: il nulla osta alla ripresa dei lavori presso la palestra di atletica pesante di largo Partinico, a Borgo Nuovo, siglato lo scorso 7 gennaio".

E' quanto riferisce la consigliera del M5S e componente della commissione Sport, Viviana Lo Monaco, insieme a Simona Di Gesù, consigliera grillina alla Quinta circoscrizione. "In quest'ultimo anno - proseguono - abbiamo più volte sollecitato l'amministrazione comunale affinché questa procedesse senza indugio all'individuazione della nuova ditta, previa verifica dei requisiti, come previsto dalle norme vigenti. Alla luce di ingiustificati ritardi e parziali risposte, ci siamo attivate con le associazioni presenti sul territorio, organizzando sopralluoghi e segnalando il pericolo di atti vandalici e di intrusioni effettivamente verificatisi, ricordando la necessità di garantire una costante vigilanza per non vanificare la parte di lavoro già completato. La risposta alla nostra interrogazione dell'11 novembre, inoltre, ha accertato che l'importo complessivo del progetto ammonta a oltre 980 mila euro: una somma considerevole, che ci fa immaginare un impianto sportivo interamente rinnovato e all'avanguardia che merita di tornare al più presto a disposizione della collettività. Continueremo a mantenere alta l'attenzione sulla vicenda, soprattutto adesso che, con la ripresa dei lavori, si riesce a vedere 'una luce in fondo al tunnel', essendo consapevoli che, in un quartiere come Borgo Nuovo, al centro dell'impegno politico del M5S, lo sport può rappresentare un motivo di forte aggregazione e coesione sociale".

Torna su
PalermoToday è in caricamento