menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ustica, trovati vicino a una grotta e fatti brillare due proiettili e una bomba a mano

Dopo una prima segnalazione i militari della guardia costiera e della marina hanno rimosso un estintore. La successiva ricognizione ha permesso di individuare due proiettili di medio calibro e un altro ordigno risalenti con ogni probabilità alla seconda guerra mondiale

Bonificato un tratto di mare vicino alla Grotta della Pastizza, a Ustica, dove sono stati trovati due proiettili di medio calibro e una bomba a mano con la spoletta riconducibili probabilmente alla seconda guerra mondiale. Sono stati fatti brillare a 3 miglia nautiche a est dal porto dell'isola in provincia di Palermo gli ordigni bellici rinvenuti dopo la segnalazione di un cittadino. L’operazione è stata eseguita dal personale del Nucleo sminamento difesa antimezzi insidiosi della marina militare, lo Sdai, con il supporto della Delegazione di spiaggia di Ustica e sotto il coordinamento della capitaneria di porto di Palermo e della prefettura.

La prima segnalazione arrivata riguardava un oggetto sospetto che si trovava in fondo al mare. Il successivo sopralluogo ha consentito di accertare che si trattasse di estintore, trovato proprio all’interno della Grotta della Pastizza e rimosso poiché potenzialmente inquinante. Nel corso della ricognizione sono stati individuati i tre ordigni bellici che sono stati portati e fatti esplodere in un punto che non creasse problemi alla fauna e alla flora marina. "L’intervento - spiegano dalla guardia costiera - rientra nella più complessa e costante attività di monitoraggio per la tutela dell’ambiente e la salvaguardia della vita umana in mare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento