Cronaca Calatafimi / Fondo Cannizzo

Palermo come una giungla, boa trovato in corso Calatafimi

Un serpente lungo 1,5 metri è stato ritrovato davanti alla finestra di un appartamento. La Forestale è immediatamente intervenuta per portare via l'animale. "Si tratta di un animale pericoloso perché aggressivo e in buona salute"

Il serpente ritrovato in corso Calatafimi

Come dare torto a chi dice che "Palermo sta diventando una giungla"? Un boa lungo un metro e mezzo è stato ritrovato sul davanzale di un'abitazione di fondo Cannizzo, nella zona di corso Calatafimi. La padrona di casa, spaventata, ha allertato i vigili del fuoco che sono intervenuti immobilizzando il serpente. L’esemplare è stato definito dagli operatori del Cites della Forestale “pericoloso” perché aggressivo e in buona salute.

"E’ possibile che sia scappato da un’abitazione nei dintorni o che sia stato abbandonato – spiega Filippo Principato del gruppo della forestale specializzato nel recupero di animali – perché ci è apparso subito evidente che l’animale sta bene, è stato ben nutrito ed è anche abbastanza aggressivo. Certamente crea un pericolo perché, pur non essendo velenoso ha una dentatura non indifferente”.

Questo tipo di serpente uccide le sue prede stritolandole fra le sue spire e poi le inghiotte per intero. “Si tratta di specie protette – dice Principato – ma che possono essere acquistate nei negozi specifici. Ecco perché se il padrone lo sta cercando può recarsi nei nostri uffici per riprenderlo esibendo i documenti necessari”. Domani scatterà il sequestro penale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo come una giungla, boa trovato in corso Calatafimi

PalermoToday è in caricamento