rotate-mobile
Cronaca Sperone / Via Filippo Pecoraino

Brancaccio, operatore ecologico della Rap trova un boa nella zona industriale

E' successo in via Pecoraino. Sono stati avvisati i carabinieri forestali che sono riusciti a catturare il serpente e portarlo in caserma, in attesa di affidarlo ad un centro specializzato

Sorpresa a Brancaccio. Un operatore ecologico della Rap, l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Palermo, ieri ha trovato un boa constrictor nella zona industriale. L'episodio si è verificato in via Pecoraino. A effettuare la scoperta è stato Mario Miranda, capo area Palermo Sud. E' stato lui a chiamare la polizia municipale e i carabinieri forestali, che sono riusciti a catturare il serpente e portarlo in caserma, in attesa di affidarlo ad un centro specializzato.

Tutti i boa constrictor rientrano nella Cites, la Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora, nota anche come Convenzione di Washington. Si tratta di un serpente appartenente alla famiglia dei boidi, molto temuto poiché capace di uccidere anche grandi prede avvolgendole e soffocandole nelle sue spire. La sua lunghezza media va dai due ai tre metri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brancaccio, operatore ecologico della Rap trova un boa nella zona industriale

PalermoToday è in caricamento