Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Minacciano capotreno e bloccano partenza verso Punta Raisi: denunciati 2 giovanissimi

Nel corso di un'altra operazione della polizia ferroviaria un cittadino tedesco è finito nei guai per resistenza a pubblico ufficiale: non voleva allontanarsi dalla stazione di Notarbartolo dove bivaccava e ha più volte attraversato i binari

Un arrestato, 5 indagati, 2.347 persone controllate, 318 pattuglie impiegate nelle stazioni, a bordo dei treni e lungo la linea ferroviaria, 124 i treni a breve e lungo raggio su cui è stato effettuato un servizio di pattugliamento, 40 veicoli controllati, 3 sanzioni elevate e 5 minori scomparsi rintracciati. E' il bilancio dell'ultima settimana di attività della polizia ferroviaria in tutta la Sicilia. Per quanto riguarda la polizia ferroviaria di Palermo sono quattro le persone che sono state denunciate. 

In particolare, un cittadino tedesco è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale perché non voleva allontanarsi dalla stazione di Notarbartolo dove bivaccava e ha più volte attraversato i binari. Un altro denunciato sempre per resistenza a pubblico ufficiale per aver ostacolato l'operato degli agenti dopo essere stato sanzionato per il mancato utilizzo della mascherina.

Due giovani, di 18 e 16 anni, dovranno rispondere del reato di interruzione di pubblico servizio in quanto hanno minacciato un capotreno e bloccato la partenza di un convoglio diretto all'aeroporto di Punta Raisi. Il diciottenne è stato anche denunciato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.  

Nel corso invece di un'altra operazione l’intervento del personale della Protezione Aziendale di RFI (Gruppo FS)  ha consentito di sventare un furto materiale tecnico in rame nella stazione di Maredolce, sul passante ferroviario di Palermo. Lo scorso fine settimana, a seguito della  segnalazione di un guasto, il personale del Presidio territoriale di Palermo in servizio nella “Control room” di Messina ha visionato le immagini delle telecamere di sicurezza nelle stazioni della tratta. In quel momento sono state individuate quattro persone intente ad asportare alcuni cavi di rame dalla linea ferroviaria.

Una volta avvisata la Polizia Ferroviaria su quanto accadeva a Maredolce, sul posto sono intervenuti gli agenti che, seguendo le indicazioni fornite dal personale FS, hanno messo in stato di fermo un minore di 13 anni, segnalato poi al Tribunale. Sono in corso ulteriori indagini per risalire all’identità delle altre tre persone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciano capotreno e bloccano partenza verso Punta Raisi: denunciati 2 giovanissimi

PalermoToday è in caricamento