Partanna, disposta autopsia sul bimbo morto strangolato: cala il silenzio nel quartiere

Svolti ulteriori accertamenti dai carabinieri nell'appartamento di via Pandora. Gli inquirenti, comunque, avrebbero ritenuto in gran parte attendibile la versione raccontata dei genitori. Amici e parenti in visita nel luogo della tragedia, tra lacrime ed abbracci

Il piccolo Pietro, deceduto nella propria abitazione a Partanna

Un gioco finito in tragedia con la morte di un'anima innocente. Gli inquirenti hanno deciso di effettuare l'esame autoptico sul corpo del piccolo Pietro, il bimbo di tre anni rimasto soffocato dalla corda della tenda mentre guardava un cartone animato nella propria stanza, nell'abitazione di Partanna in cui viveva con i genitori. L'autopsia è stata programmata per il prossimo martedì e, al momento, non risulta alcun indagato.

I carabinieri della compagnia di San Lorenzo hanno effettuato diversi accertamenti dentro l'appartamento di via Pandora, ma la versione fornita dai genitori è stata ritenuta in gran parte attendibile. Pietro si trovava davanti al televisore, mentre guardava da solo un cartone animato. Il piccolo si sarebbe avvolto attorno al collo la cordicella rimanendo poi impigliato. I genitori, dopo urla e schiamazzi, in poco tempo non avrebbero sentito più alcun rumore provenire dalla sua cameretta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' così iniziata la corsa verso l'ospedale Villa Sofia dove, però, il bimbo sarebbe arrivato già morto. L'autopsia chiarirà ulteriori dettagli nonostante, già da ieri, non fossero venuti fuori altri elementi, come graffi o lividi, non lasciando spazio ad alcuna ipotesi di reato. Numerose le testimonianze di solidarietà di amici e parenti ai genitori di Pietro, straziati da una disgrazia che non potranno mai più dimenticare. Dal loro rientro in quella casa, che resterà per loro tempio di ricordi fino ad allora gioiosi, c'è stata una vera e propria silente processione di persone, tra fiori, pianti ed abbracci, indirizzati a Giuseppe e Letizia per mostrare loro vicinanza e affetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento