Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Il bimbo morto a Sharm, tradotti gli atti consegnati dall'Egitto: non chiariscono la causa del decesso

I documenti relativi al piccolo Andrea Mirabile sono stati trasmessi ai medici legali nominati dalla Procura perché possano concludere l'autopsia. Dagli accertamenti compiuti dagli egiziani nel resort dove alloggiava la famiglia a luglio non sarebbe stata rilevata la presenza di tossine o agenti patogeni

Gli esperti nominati dalla Procura hanno tradotto dall'arabo gli atti consegnati dall'Egitto alla famiglia del piccolo Andrea Mirabile, il bimbo di 6 anni morto durante una vacanza a Sharm el Sheikh il 2 luglio scorso, e dai documenti emergerebbero due aspetti: i medici egiziani non avrebbero rilevato la presenza di tossine o agenti patogeni nell'ambiente (cioè nel resort in cui i Mirabile soggiornavano) e, al termine della loro autopsia, non sarebbero riusciti ad accertare la causa del decesso.

La traduzione dei documenti, senza i quali non è possibile concludere la relazione autoptica disposta in Italia dal procuratore aggiunto Ennio Petrigni e dal sostituto Vittorio Coppola, che coordinano l'inchiesta, è stata trasmessa proprio ai medici legali perché possano portare a termine i loro accertamenti. Allo stato, quindi, non è possibile indicare la causa della morte del bambino. 

Si era pensato a un'intossicazione alimentare o a un avvelenamento da contatto. Quest'ultima ipotesi non trova al momento alcun riscontro e, anzi, l'assenza di tossine e agenti patogeni rilevata al momento dei fatti dagli egiziani, sembrerebbe proprio escludere questa pista. Da valutare anche la possibilità che il piccolo possa essere stato curato in maniera inadeguata in Egitto. 

Quel giorno a Sharm non si sentì male solo il bambino, ma anche i suoi genitori (la madre era peraltro incinta). Mentre il piccolo non ebbe scampo, il padre - trasportato a Palermo - fu curato e riuscì a salvarsi. Si era pensato subito a un'intossicazione alimentare, ma la famiglia Mirabile aveva spiegato di non aver consumato nulla al di fuori del cibo e delle bevande fornite dal resort, dove nessun altro aveva avuto però malori o problemi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bimbo morto a Sharm, tradotti gli atti consegnati dall'Egitto: non chiariscono la causa del decesso
PalermoToday è in caricamento