Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Scippi, furti di rame e ragazzini "scomparsi" poi ritrovati: il bilancio 2018 della Polfer

Un anno di attività, tra prevenzione e repressione, tradotto in numeri: 9.532 pattuglie in stazione e 3.783 sui treni, 7.675 convogli ferroviari scortati, più di 150 persone tra denunce e arresti per reati di ogni genere

(foto archivio)

Oltre 150 persone denunciate o arrestate per uno scippo, dopo inseguimenti sui treni o nelle stazioni, più di una tonnellata di rame rubato lungo i binari e recuperato a bordo di furgoni o nelle attività abusive che lavoravano rifiuti, ma anche 24 ragazzini rintracciati mentre cercavano di allontanarsi dalle loro famiglie o dai centri di accoglienza in un momento di smarrimento. Sono solo alcuni dei numeri relativi al lavoro svolto dal comparto della polizia ferroviaria nel 2018 con l’obiettivo di garantire la sicurezza del trasporto su rotaia.

“L’attività è stata volta alla prevenzione e al contrasto dei reati in generale, nonché di quelle fattispecie delittuose tipiche dell’ambiente ferroviario come il lancio sassi e il furto di rame, che oltre a costituire un reato possono pregiudicare l’incolumità di quanti si spostano sui convogli. L’anno appena trascorso - spiegano dalla Questura - ha visto l’impiego di 9.532 pattuglie in stazione (+5%) e 3.783 a bordo treno. Sono stati scortati complessivamente 7.675 convogli ferroviari (in media 21 treni al giorno)”.

Sono stati predisposti anche 1.081 servizi antiborseggio in abiti civili, sia negli scali che sui convogli. Quarantuno gli arresti, 128 gli indagati, oltre 60.590 le persone sospette e sottoposte a controllo (+24 %). “Incessante l’attività di contrasto ai furti di rame e all’illegalità diffusa nelle aree ferroviarie - si legge in una nota - attraverso mirate azioni di contrasto predisposte sia direttamente dal ministero dell’Interno che dalle locali questure”.

Per questa ragione è stata costituita una task force si è occupata di controllare 168 centri di raccolta e recupero metalli (+52%), eseguire 2.774 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie e 219 servizi di controllo su strada. In totale sono stati 1.327 i veicoli sottoposti a verifiche. ”Il dispositivo ha consentito il recupero di oltre 1.050 chili del cosiddetto ‘oro rosso’, 2.900 chili di altro metallo e 2.580 chili di rifiuti ingombranti, tutto di provenienza illecita”.

Sono state inoltre sequestrate diverse attività illegali riconducibili al trattamento dei rifiuti, evitando che l’esercizio abusivo e senza alcun tipo di cautela potesse tradursi in ulteriori danni ambientali. Il lavoro svolto dalla Polfer per il contrasto di questa tipologia di reato che, oltre a gravare sul bilancio delle società che gestiscono le infrastrutture e i convogli ferroviari, ha delle conseguenze sulla cittadinanza su cui si ripercuotono i disservizi legati a cancellazioni e ritardi delle corse, è certificato anche dalla diminuzione del 12% delle denunce raccolte per furto di rame.

Un capitolo a parte riguarda il lavoro svolto nell’individuare persone di cui erano stati denunciati l’allontanamento o la scomparsa: 28 le persone rintracciate, tra queste ben 25 i minori. “Per quanto riguarda i minori si tratta di soggetti sia italiani che stranieri, per lo più di sesso maschile, che si allontanano per ragioni diverse dalle loro famiglie o centri di accoglienza. Nel caso dei maggiorenni, invece, si tratta soprattutto di persone con disagio mentale che si allontanano arbitrariamente dai centri presso cui sono in cura”, concludono dalla Questura.

Oltre al lavoro di controllo e repressione, la polizia ferroviaria ha fatto tappa in numerose scuole siciliane con il progetto "Train…to be cool" per fra crescere tra gli studenti la cultura della sicurezza in ambito ferroviario, attraverso la conoscenza e l’applicazione delle regole di un corretto comportamento, per contribuire alla riduzione degli incidenti che spesso vedono coinvolti proprio i giovani. Tra eventi di piazza e strutture scolastiche la Polfer - presente anche nei grandi eventi come la visita del Papa e la conferenza sulla Libia - ha raggiunto 7.500 giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippi, furti di rame e ragazzini "scomparsi" poi ritrovati: il bilancio 2018 della Polfer

PalermoToday è in caricamento