Cronaca

Arresti, sequestri e 60 ragazzini ritrovati prima di sparire: il bilancio 2020 della Polfer

Centouno le persone (una ogni tre giorni) individuate mentre cercavano di allontanarsi da casa. Gli altri numeri dell'Isola: 220 denunce, 160 grammi di droga sequestrata. Numerosi i controlli sui carri merci che trasportavano rifiuti pericolosi

Le stazioni ferroviarie possono essere luoghi d’incontro o dedicati agli addii, alle partenze e agli arrivi, ma possono essere anche l’ultimo posto dove cercare qualcuno che rischiava di sparire nel nulla. Come quelle 101 persone (60 delle quali minori) rintracciate mentre cercavano di allontanarsi da casa, magari per questioni legate al loro disagio sociale. E’ solo uno dei tanti numeri del bilancio della polizia ferroviaria siciliana che, nel corso del 2020, ha controllato 92.795 persone a bordo di 4.144 treni o alle fermate. Oltre mille i veicoli sottoposti ad accertamento e 278 le sanzioni elevate.

La presenza sul territorio, si legge in una nota della Questura, si è tradotta in 21 arresti, 220 denunce, 160 grammi di stupefacenti sequestrati e in centinaia i controlli ad aziende di trattamento dei rifiuti speciali e ai rottamatori che hanno portato al sequestro di 4 tonnellate i rifiuti misti e al recupero di 280 chili di rame. Svariati anche i controlli ai carri merci ferroviari che trasportavano merci pericolose che hanno portato ad elevare circa 10 mila euro di contravvenzioni amministrative ai vettori che non hanno rispettato la normativa in tema di stoccaggio, segnaletica e trasporto.

"Un impegno verso la prossimità che la Polfer - aggiungono dalla polizia - ha fatto quotidianamente e che è stato tangibile nel salvataggio di due uomini dall’incendio della loro autovettura, o nella restituzione di oltre 5 mila euro a una turista francese che aveva perso il borsello. Questi sono solo alcuni dei tanti interventi che gli agenti hanno effettuato durante il 2022. Infine, come sempre, rilevante è stato l’impegno nelle scuole e con i giovani, con il Progetto ‘Train…to be cool’, nell’ambito dell’educazione alla legalità e alla sicurezza ferroviaria. Prima della chiusura dell’attività scolastica a causa dell’emergenza sanitarie, sono stati effettuati 22 incontri in scuole di ogni ordine e grado che hanno visto coinvolti 2.031 studenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti, sequestri e 60 ragazzini ritrovati prima di sparire: il bilancio 2020 della Polfer

PalermoToday è in caricamento