Cronaca

Da Palermo alla Sirenetta di Copenaghen in bici per dire no alla violenza sulle donne

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, ha ricevuto i quattro ciclisti di Campofelice di Roccella in procinto di partire per la Danimarca

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, ha ricevuto stamattina i quattro ciclisti di Campofelice di Roccella in procinto di partire per Copenaghen per dire ‘no alla violenza sulle donne’, simbolicamente rappresentate dalla Sirenetta di Andersen.
Piero Camonita, Gandolfo Patti, Antonio Oddo e Paolo Evangelista, che si definiscono ‘quattro immigrati sui generis e temporanei’, non sono nuovi a iniziative come queste. Due anni fa, per esempio, sono arrivati ad Auschwiz, dopo una ‘passeggiata’ di oltre 1.500 chilometri sulle strade della Svizzera, della Germania e le impervie del Liechtenstein per lanciare un messaggio di pace nel vecchio continente.

“A volte - ha sottolineato il presidente Ardizzone durante l’incontro al quale era presente anche il deputato regionale Giuseppe Di Maggio - sono le cose più semplici a lanciare i messaggi più forti”.

Il presidente Ardizzone ha affidato loro la targa raffigurante il Palazzo reale da consegnare a Morten Kabell, sindaco di Copenaghen, che con oltre 12mila km di piste ciclabili si è confermata, per il secondo anno consecutivo, capitale mondiale della bicicletta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Palermo alla Sirenetta di Copenaghen in bici per dire no alla violenza sulle donne

PalermoToday è in caricamento