Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

E' morta Bice Mortillaro Salatiello, una vita spesa per i diritti delle donne e dei più deboli

Aveva 90 anni. E' stata l'anima del movimento femminista in città. Impegnata anche come assistente sociale nei quartieri periferici, fondò l'associazione “Laboratorio Zen Insieme”

Bice Mortillaro Salatiello

Una vita passata in prima linea, per difendere i diritti delle donne e di quanti vivono ai margini della società, fino a quando ne ha avuto la forza. Palermo saluta per sempre Bice Mortillaro Salatiello, morta stamani a 90 anni. E' stata lei a fondare, nel 1988, l'associazione “Laboratorio Zen Insieme”. Dalla primavera scorsa aveva dovuto interrompere le sue presenze in pubblico e qualsiasi attività per motivi di salute.

Bice Mortillaro Salatiello iniziò la sua attività politica dopo i 40 anni, prima come militante sociale e poi con l’Udi, l'Unione donne italiane. E' sempre stata impegnata nella difesa delle donne e dei diritti dei più deboli. Da adulta, già laureata e madre di tre figli, si iscrisse alla scuola di servizio sociale iniziando così la sua esperienza nei vari quartieri di Palermo da Borgo Nuovo a Bonagia. Grande il suo impegno per lo Zen, che ha portato alla nascita dell'associazione "Zen insieme". 

"Bice - la ricordano dall'associazione - è una donna che ha fatto la storia della lotta per i diritti nella nostra città, sempre e instancabilmente al fianco delle donne, delle bambine e dei bambini, di chi, vivendo nelle periferie e nei quartieri popolari, veniva tenuto ai margini del vivere civile. Protagonista, con le donne del digiuno, della rivolta delle palermitane contro la violenza mafiosa. L'associazione 'Laboratorio Zen Insieme', la comunità dello Zen tutta, ricorda con affetto e devozione Bice e si stringe attorno ai suoi familiari, con la promessa di continuare sempre, con lo stesso impegno e la stessa determinazione, la strada da lei intrapresa. Ciao Bice".

Il sindaco Leoluca Orlando la ricorda come "grande protagonista del cambio culturale della nostra città e della promozione in tutti i quartieri e ambienti della cultura dei diritti. Alla famiglia vanno le mie condoglienze, unitamente a quelle dell'intera Amministrazione comunale e della città di Palermo".

"Ci stringiamo vicini al dolore dei familiari per la scomparsa della cara Bice Mortillaro Salatiello. La sua straordinaria passione civile - si legge sulla bacheca Facebook del Centro studi Paolo e Rita Borsellino - resterà un modello al quale ispirarsi. Fra le innumerevoli iniziative in difesa dei diritti delle donne, per il riscatto sociale e culturale delle periferie di Palermo, si ricordi anche la mobilitazione delle 'donne del digiuno', quando, pochi giorni dopo la Strage di Via D'Amelio, Bice ed un gruppo di donne valorose decise di scendere in piazza per oltre un mese e di digiunare in segno di protesta, manifestando il loro sdegno contro la mafia e le istituzioni inermi. Oggi Palermo senza di lei sarà, non solo più triste, ma priva di una guida per il riscatto sociale dei più deboli e più bisognosi, non solo le donne, ma tutti i cittadini la devono ricordare con gratitudine e affetto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morta Bice Mortillaro Salatiello, una vita spesa per i diritti delle donne e dei più deboli

PalermoToday è in caricamento