menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Niente "sfratto" per Biagio Conte: la Missione non cambierà sede

I due imprenditori che avevano acquistato all'asta l'area per 164mila euro hanno accettato di rivendere i capannoni alla stessa cifra e la Missione si è impegnata a versare l'intera somma entro la fine del mese

Il missionario laico Biagio Conte non dovrà lasciare i locali che, ormai da anni, ospitano la sede della Missione di Speranza e Carità. I due imprenditori che avevano acquistato all'asta l'area per 164mila euro hanno accettato di rivendere i capannoni alla stessa cifra e la missione si è impegnata a versare l'intera somma entro la fine del mese.

"La vicenda dei locali della ex Fonderia Basile ha paradossalmente innescato un circuito virtuoso di solidarietà e sensibilità - commenta il sindaco Leoluca Orlando -. Innanzitutto vogliamo esprimere il nostro apprezzamento agli imprenditori Bonetti e Cannone, che hanno manifestato la disponibilità a rinunciare all'acquisto dei capannoni, permettendo a tutti, privati e pubblico, di riprendere un ragionamento su come sostenere la Missione di Speranza e Carità".

Davanti al rischio di essere "sfrattato" Conte aveva iniziato lo sciopero della fame (LE PAROLE DEL MISSIONARIO LAICO - VIDEO) e aveva anche inviato un appello al Papa e al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, "chiedendo un intervento immediato".

"Preso atto di questa disponibilità - aggiunge Orlando - in questi giorni ho incontrato più volte sia Biagio Conte che i suoi confratelli, con i quali si è valutata la modalità di collaborazione futura, che si inserisce in una collaborazione che da tempo ha visto un impegno del Comune affinché questa importante esperienza di solidarietà potesse proseguire. Nelle prossime settimane la Giunta adotterà un provvedimento utile a dare la necessaria formalizzazione a questo impegno".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento