rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Scandalo beni confiscati, indagato anche un ex colonnello della Dia

Rosolino Nasca deve rispondere di rivelazione di segreto d'ufficio. Avrebbe divulgato la notizia di un allarme per la sicurezza del giudice Saguto al solo scopo - secondo l'accusa - di distogliere l'attenzione dai sospetti che andavano emergendo

C'è un nuovo indagato nell'inchiesta, aperta dalla procura di Caltanissetta, sulla gestione dei beni confiscati da parte del tribunale di Palermo che ha travolto il giudice Silvana Saguto. Nell'indagine, secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, è coinvolto anche l'ex colonnello della Dia Rosolino Nasca, attualmente in servizio per la guardia di finanza. Il graduato è indagato per rivelazione di segreto d'ufficio.

Nasca era stato citato più volte nelle informative della guardia di finanza e ora gli è stato notificato l'avviso di proroga delle indagini. Avrebbe divulgato la notizia di un allarme per la sicurezza della Saguto. Notizia che però non sarebbe stata attuale, ma risalente ad alcuni anni prima. Questo -  secondo l' accusa - allo scopo di dirottare l'attenzione dalle prime ombre che si addensavano sul capo dell'ex presidente della sezione, oggi sospesa da funzioni e parte dello stipendio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo beni confiscati, indagato anche un ex colonnello della Dia

PalermoToday è in caricamento