Cronaca via Guido Ruggero

Rischio frane a Belmonte Chiavelli, sopralluogo del soccorso alpino

La Protezione civile comunale ha chiesto agli esperti una valutazione sulla consistenza del fronte roccioso al fine di escludere il rischio di altri crolli. Dopo il sopralluogo si deciderà se prorogare l'evacuazione dei residenti o meno

Dopo la richiesta della Protezione civile del Comune, gli speleologi della stazione Palermo Madonie del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, in queste ore stanno effettuando un sopralluogo sullo sperone di roccia che sovrasta la via Falsomiele, in località Chiarandà.

Il sopralluogo degli esperti serve a supportare i tecnici della Protezione civile comunale nelle loro valutazioni sul rischio dopo il crollo di ieri di un grosso masso (GUARDA IL VIDEO) che ha investito e distrutto un magazzino ed una autovettura. Il pericolo infatti è che altri due massi di circa due tonnellate si stacchino da Monte Grifone. Per questo ieri per precauzione sono state evacuate due famiglie in via Guido Ruggero e tre magazzini sono stati dichiarati inagibili.

“I tecnici del soccorso alpino – spiega in una nota, presidente del Cnsas - stanno effettuando delle lunghe ‘calate su corda’ lungo la parete rocciosa per trasmettere informazioni agli esperti della Protezione civile sulla consistenza del fronte roccioso. Dopo il sopralluogo si valuterà la proroga o meno dell’evacuazione temporanea dei residenti le abitazioni attigue all’area interessata dal crollo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio frane a Belmonte Chiavelli, sopralluogo del soccorso alpino

PalermoToday è in caricamento