menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa riscaldata col gas rubato, palermitano arrestato a Baucina

Condannato a 8 mesi di reclusione un uomo di 37 anni. I carabinieri hanno accertato che la sua caldaia era alimentata dal metano della rete pubblica

Rubava il gas dalla rete pubblica. Per questo un 37enne palermitano è stato arrestato, con l'accusa di furto aggravato, dai carabinieri di Baucina.

I militari nel corso delle verifiche effettuate con l'ausilio di personale tecnico specializzato hanno accertato che, nonostante l'abitazione di M.F.L.C. (queste le iniziali dell'uomo) non fosse asservita da alcun contratto di fornitura di gas, i locali dell'abitazione erano riscaldati da numerosi termosifoni collegati ad una caldaia a gas metano che, in quel momento, funzionava perfettamente.

"Ulteriori accertamenti - spiegano dal comando provinciale - hanno permesso di accertare che l'impianto era alimentato da gas metano sottratto dalla rete pubblica da una fornitura cessata dal 2013 a cui il trentasettenne aveva provveduto, dopo una forzatura dei sigillo di sicurezza, ad applicare un misuratore di illecita provenienza per dissimulare il furto ed eludere eventuali controlli". L'arresto è stato convalidato dal Tribunale di Termini Imerese e l’uomo è stato condannato alla pena di otto mesi di reclusione e 200 euro di multa
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento