Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Bambino di due anni soffocato, poliziotto libero dal servizio gli salva la vita: premiato dal sindaco

E' successo a Bagheria. Filippo Maria Tripoli ha conferito oggi quattro encomi solenni e un attestato di benemerenza "per il valore e le attività svolte al servizio della comunità". In un'altra circostanza sventato il suicidio di un uomo

Il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli ha conferito oggi quattro encomi solenni e un attestato di benemerenza "per il valore e le attività svolte al servizio della comunità". Nel primo caso si tratta dell'encomio solenne conferito a quattro agenti delle forze dell'ordine ed in particolare all’assistente capo della polizia Claudio Liga, all'agente Domenico Giuseppe La Monica e all'operatore del numero unico di emergenza sempre della polizia, Giuseppe Scarpisi. I tre poliziotti sono riusciti a salvare un uomo, a Bagheria, che aveva "deciso" di suicidarsi lo scorso 11 maggio.

"La Monica e Liga - spiegano dal Comune - sono intervenuti con prontezza tagliando la corda che cingeva il collo e procedendo al massaggio cardiaco e così salvandogli la vita; precedentemente Giuseppe Scarpisi aveva intrattenuto l'uomo al telefono cercando di farlo desistere dall'insano gesto nell'attesa dell'arrivo della volante". 

Nel quarto caso è stato premiato un altro agente di polizia, Benedetto Puccio "che lo scorso 4 giugno, libero dal servizio - dicono dal Comune - sempre a Bagheria ha soccorso un bambino di circa due anni, in grave pericolo di vita a causa di un soffocamento riuscendo, con un’ abile manovra, a liberare le vie aeree salvandogli la vita.

"Sono esempi mirabili di professionalità - dice il sindaco di Bagheria Filippo Maria Tripoli - l'attività delle forze dell'ordine, in questo caso della polizia, non sempre sono note ai cittadini, che vengono a conoscenza dei fatti che assurgono agli onori della cronaca ma non conoscono il lavoro quotidiano e silenzioso che questi uomini e donne compiono, ogni giorni, per la prevenzione e la sicurezza dei cittadini. A tutti loro va il mio personale ringraziamento e quello dell'amministrazione".

Un mirabile esempio viene anche dal sociale. Oggi il sindaco ha incontrato anche Antonella Miloro Nasca. Donna impegnata nel sociale, oltre ad essere stata sempre al fianco del marito, Giovanni Nasca, nella storica  farmacia di corso Umberto, ha speso gran parte della sua vita in attività culturali e sociali finalizzate alla crescita della comunità bagherese. Fondatrice di sezioni cittadine di associazioni come: l’Archeoclub, Thalassa, Airc  e della Fidapa (Federazione Italiana Donne arti professionali e affari), ha collaborato, in sinergia, con le varie amministrazioni comunali per la realizzazione di progetti socio-culturali, come l’apertura di laboratori pomeridiani di animazione per bambini presso la scuola di contrada Monaco.

"Sono esempi da seguire - dichiara Tripoli - a loro va tutta la nostra gratitudine". Alla cerimonia erano presenti anche l'architetto Cettina Castelli,  il dirigente del commissariato di Bagheria Leoluca Rocché che ha tenuto a ringraziare l'amministrazione comunale e corroborare quanto detto dal sindaco ricordando il motto della polizia "Esserci sempre" a servizio della gente a costo anche della propria vita e Giuseppe Puleo delegato dell'Anps, associazione nazionale della polizia di Bagheria che ha voluto tributare la signora Nasca con un altro attestato di benemerenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino di due anni soffocato, poliziotto libero dal servizio gli salva la vita: premiato dal sindaco

PalermoToday è in caricamento