Rapimento in casa famiglia a Ballarò: rintracciati madre e figlio, erano pronti a fuggire

Erano nella zona della stazione, vicino al terminal dei pullman, pronti a partire e a far perdere le proprie tracce. La polizia ha portato la giovane donna ivoriana alla Squadra Mobile per interrogarla

La polizia vicino al terminal dei pullman

Incubo finito dopo il rapimento di un bambino ivoriano ospite di una casa famiglia a Ballarò. È durata meno di 24 ore la fuga di una diciassettenne che è stata rintracciata dalla polizia nella zona della stazione centrale. Si trovava vicino al terminal dei pullman e di lì a poco avrebbe cercato di salire su uno dei mezzi in sosta per partire e fare perdere le proprie tracce.

Tutto è iniziato alle 20 di ieri quando due uomini di colore sono entrati in una comunità che si trova nel quartiere del mercato storico palermitano. Sono entrati, hanno minacciato gli operatori, hanno rapito un bambino di quasi tre anni e sono fuggiti. In pochi minuti la zona è stata presidiata dalla polizia che ha avviato le ricerche per individuare la mamma diciassettenne e il figlio.

Per un giorno intero le volanti hanno battuto palmo a palmo la zona, tenendo d’occhio la stazione ferroviaria e quella dei pullman. Proprio lì, vicino piazzetta Cairoli, gli agenti hanno visto una giovane madre con un bimbo in braccio: erano proprio loro. I due sono stati portati negli uffici della Squadra Mobile dove la diciassettenne ivoriana è stata interrogata per spiegare laccaduto.

Il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Cittadinanza sociale Giuseppe Mattina hanno ringraziato "la Questura e tutti gli agenti coinvolti per l'attenzione dedicata alla delicata situazione e per la veloce soluzione" e sottolineano che "sarà cura dell'Amministrazione adottare in sinergia con l'autorità giudiziaria ogni misura volta alla tutela dei due minori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento