Cronaca Cruillas / Via Trabucco

Bimbo ingoia due monete, salvato dai medici dell'ospedale Cervello

La storia a lieto fine ha coinvolto un neonato di Cinisi. Il piccolo vomitava e dava segni di soffocamento, ma i genitori hanno capito cosa stava succedendo solo di fronte alla radiografia. Il padre: "Grazie a tutta l'equipe, questo posto fuziona benissimo"

Bimbo di due anni inghiotte due monetine, ma i medici del Cervello intervengono e lo salvano. La storia a lieto fine ha coinvolto un bambino di Cinisi e i suoi genitori, che si sono accorti del problema solo di fronte alle radiografie che mostravano la gola ostruita da due oggetti circolari. Il padre, rincuorato dalla professionalità dimostrata dall'equipe sanitaria, ha voluto ringraziare i medici per il lavoro svolto.

"Il bambino vomitava - ha spiegato il padre G. Bonura a CinisiOnline - e dava segni di soffocamento, salivazione abbondante e continui conati. Ho subito chiamato il dottore Nicolò Enea, che mi ha prontamente risposto e invitato a raggiungerlo al pronto soccorso pediatrico del Cervello. Così ho fatto: lì ho trovato disponibilità a partire dalla guardia giurata, dal medico anestesista e fino agli infermieri ed a tutta l'equipe". Il piccolo è stato portato prontamente in sala operatoria, anestetizzato e liberato dalle due monetine che gli ostruivano l'esofago.

Dopo una notte in osservazione il bimbo è tornato a casa con mamma e papà che hanno ringraziato i medici del reparto e in particolare il dottore Enea che ha lo ha salvato. "Ci tenevo a raccontare questa nostra esperienza - ha detto G. Bonura - non solo per ringraziare il professore Enea e tutti quelli che ci hanno aperto le porte del pronto soccorso, ma anche per testimoniare che questo posto funziona benissimo e consiglio a chiunque abbia un problema con i bambini di rivolgersi a posti sicuri come questo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo ingoia due monete, salvato dai medici dell'ospedale Cervello

PalermoToday è in caricamento