Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Gara di solidarietà per il piccolo Daniele: "Aiutiamolo, dovrà essere operato in America"

Il bimbo palermitano ha 5 anni ed è affetto da una malformazione arterio-venosa cerebrale congenita, chiamata Mav. Un caso rarissimo. La storia è diventata virale sui social. La zia: "E' sempre stato allegro e vivace, poi ha iniziato ad avere delle terribili fitte alla testa"

Il Gaslini di Genova

Il suo nome è Mav. E' una malformazione arterio-venosa cerebrale congenita. Un caso rarissimo che ha colpito Daniele, un bimbo di 5 anni di Palermo. La sua storia è diventata virale sui social network e in queste ore tantissime persone stanno sostenendo la raccolta fondi per permettere a Daniele di essere operato in America dal chirurgo Michael Lawton.

“E' sempre stato un bambino allegro, vivace e spensierato – racconta Valentina La Barbera, la zia di Daniele, su GoFundMe – finché un anno fa comincia ad avere delle terribili fitte alla testa e a vomitare ripetutamente. La mamma e il papà corrono al pronto soccorso pediatrico pensando ad un semplice virus, ma non è così. Tac e risonanze tolgono ogni dubbio: ha una malformazione arterio-venosa cerebrale congenita, chiamata Mav”.

I mal di testa infatti derivavano da un'emorragia cerebrale in atto: “Dal pronto soccorso dell'ospedale Cervello lo trasferiscono urgentemente a Messina con l'elisoccorso perché a Palermo non sono in grado di aiutarlo. Non hanno mai visto un caso del genere. Esami e tac a Messina non sono sufficienti. Inizia una ricerca estenuante per cercare una soluzione – spiega Valentina, zia di Daniele – Si arriva così al Gaslini di Genova, mentre l'emorragia per fortuna si riassorbe ma il pericolo resta: può risanguinare da un momento all'altro”.

Nel febbraio del 2019 Daniele viene operato: nonostante la situazione molto complessa si procede ad una embolizzazione, occlusione selettiva dei vasi arteriosi che riforniscono la lesione. “Sembra tutto essere andato alla grande. Ma qualcosa dopo 6 mesi non va di nuovo. Si scopre che ha un aneurisma. Si riparte per Genova. Dopo gli esami la brutta notizia: troppo rischioso operarlo”.

Adesso l'unica persona che può aiutarlo definitivamente si trova oltreoceano, in Arizona precisamente: “Il dottor Michael Lawton, che conosce il caso di Daniele, ci farà sapere quando visiterà il bambino, ed eventualmente procederà all'operazione”. Purtroppo la famiglia di Daniele non può permettersi questa spesa. La campagna per aiutare il bimbo è raggiungibile al link www.gofundme.com/f/aiuta-il-piccolo-daniele.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara di solidarietà per il piccolo Daniele: "Aiutiamolo, dovrà essere operato in America"

PalermoToday è in caricamento