menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sindrome di Kawasaki, da ottobre diagnosticati 36 casi in Italia: tre a Palermo

Si tratta di una patologia che colpisce soprattutto i bambini e le cui cause sono sconosciute, ma si pensa che possa essere favorita da una reazione immunitaria eccessiva a un'infezione. Uno studio ipotizza una correlazione con il Covid

Da ottobre a oggi a Palermo si sono verificati tre casi di sindrome Kawasaki e simil Kawasaki (36 invece su tutto il territorio nazionale). A renderlo noto, all'agenzia Ansa, è Angelo Ravelli, segretario gruppo di studio di Reumatologia della Società Italiana di Pediatria (Sip) e direttore della clinica pediatrica e reumatologia dell'ospedale Gaslini di Genova. La metà circa dei casi segnalati in ambito nazionale "ha riportato i sintomi della malattia Kawasaki classica e l'altra metà ha avuto forme più severe e aggressive dette sindrome infiammatorie multiorgano, o simil Kawasaki, che interessa anche il cuore, provocando miocarditi che possono richiedere il ricovero in rianimazione". 

Si tratta di una patologia le cui cause sono sconosciute, ma si pensa che possa essere favorita da una reazione immunitaria eccessiva a un'infezione, facilitata da fattori di rischio o predisposizione genetica. Reazione che il Covid potrebbe provocare. Questo è quanto ipotizza, ad esempio, un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet dalla Pediatria dell'ospedale di Bergamo sul legame tra Covid 19 e la malattia di Kawasaki. Lo studio ha analizzato 10 casi di bambini con sintomi compatibili con una diagnosi di malattia di Kawasaki arrivati al Papa Giovanni XXIII tra l'1 marzo e il 20 aprile 2020. Nei 5 anni precedenti questa malattia era stata diagnosticata in soli 19 bambini

"Stiamo raccogliendo i casi di sindrome Kawasaki e simil Kawasaki della seconda ondata di Covid e con quelli di Como sono in tutto 36 quelli di cui abbiamo avuto notizia da ottobre a oggi: 3 a Palermo, 5 a Napoli, 2 a Messina, 1 a Firenze, 1 a Perugia, 3 a Genova, 1 a Brescia, 2 a Padova, 1 a Reggio Emilia 3 a Torino, 8 a Milano, 1 a Bolzano, 1 a Rimini e 1 a Bari", ha spiegato Ravelli.

Quanto ai sintomi, ciò che deve mettere in allerta genitori e pediatri è la "febbre elevata che non risponde antibiotici", ma anche "congiuntiviti, rash cutaneo tipo morbillo, fissurazione delle labbra e lingua a fragola, in alcuni casi mani e piedi gonfi e ingrandimento delle linfoghiandole alla base del collo. Nei casi di simil Kawasaki - conclude Ravelli - si aggiunge anche vomito, diarrea, dolori addominali e tachicardia, fino al collasso". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento