Martedì, 16 Luglio 2024

VIDEO | Una sedia e la statua della Madonna: i bambini del Capo giocano a fare la processione

In via San Gregorio, a pochi passi dallo storico mercato, Alessandro, Francesco e Mariano non giocano a pallone per strada ma portano a spalla la vara da loro realizzata grazie agli insegnamenti del nonno, Mariano Fricano, fabbro e autore di numerosi carri trionfali

Al Capo i bambini giocano a fare la processione. Su una sedia di legno hanno riprodotto la vara della Madonna di morte e passione. Un gioco, preferito al pallone, tramandato da nonno Mariano Fricano, 84 anni, bandiera e volto iconico dello storico mercato che tutti conoscono come Nenè. Otto figli e trenta, tra nipoti e pronipoti, prima di andare in pensione faceva il fabbro. In tanti anni di carriera si è dedicato, tra le altre cose, anche alla realizzazione dei carri trionfali. 

Alessandro, Francesco e Mariano (10, 8 e 6 anni) in via San Gregorio al Capo portano così a spalla il piccolo carro trionfale da loro costruito: uno sgabellino attaccato alla seduta in paglia con il nastro adesivo rappresenta l'impalcatura su cui spicca il simulacro della Madonna. Intorno la corona di fiori, realizzata con le coccarde dei pacchi regalo, due rose rosa e un ramoscello di fiori di pesco finti. Intanto uno di loro suona una campanella, a rievocare la musica della banda che accompagna di solito la vara. 

La prima "stazione" è la casa del nonno, uno sgabuzzino a pian terreno nel cuore del Capo dove Fricano espone cimeli e attrezzi del suo mestiere. Tra foto d'epoca e trapani manuali, racconta ai nipotini una storia vissuta tra i vicoli del centro storico a pochi passi dal mercato e la sua devozione, in particolar modo per Santa Rosalia. "Quest'estate porteremo la madonnina del Paradiso del Capo - raccontano i tre bambini a PalermoToday - perché siamo confratelli. Per noi una grande emozione". 

Video popolari

PalermoToday è in caricamento