menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ballarò, in una palazzina 200 panetti di hashish: arrestati due cognati

I carabinieri hanno trovato una piantagione di droga dismessa, completa di lampade alogene e bottiglie di fertilizzante. Complessivamente sono stati sequestrati 15 chili di sostanza stupefacente

La coltivazione e lo spaccio di droga come attività di famiglia. I carabinieri della Compagnia di piazza Verdi hanno arrestato due cognati perchè ritenuti responsabili di una piantagione di droga trovata in una palazzina a Ballarò. In manette Pietro Licari, 50 anni, e Giuseppe Schulz, 51 anni nato in Germania ma residente a Palermo. (LE IMMAGINI DELLA PERQUISIZIONE)

I militari dell'Arma hanno passato al setaccio un appartamento in via Trappettazzo, al secondo piano di uno stabile. All'interno hanno trovato una piantagione indoor dismessa con 10 lampade alogene adagiate per terra, diversi vasi in plastica, bottiglie di fertilizzante, un aeratore, un condizionatore, nonché resti di sacchetti in plastica di colore bianco tagliati in più parti con i quali solitamente viene effettuato il confezionamento della sostanza stupefacente. Ritrovati anche 158 panetti di hashish per un peso complessivo di circa 11, 5 chili.

Dagli accertamenti è emerso che l’appartamento è di Licari, che abita con la famiglia al primo piano della stessa palazzina. All’interno di un magazzino, nel ballatoio del primo piano, i carabinieri hanno ritrovato altri 36 panetti di droga per un peso di circa 3.6 chili. Infine, a seguito della perquisizione domiciliare, nella camera di Schulz i carabinieri hanno ritrovato la chiave con cui si apriva il magazzino e che Licari aveva dichiarato di avere perso. Tutta la droga è stata posta sotto sequestro e inviata al laboratorio della sezione investigazioni scientifiche per gli accertamenti qualitativi e quantitativi. I due cognati, invece, sono stati tratti in arresto e condotti nel carcere “Pagliarelli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento