Cronaca Via Antonio Mongitore

Controlli nel centro storico, scoperte tre stalle abusive a Ballarò

La polizia ha passato al setaccio la zona delle vie Divisi, Maestri d'Acqua, Montesanto e Roma. Ritrovato un motociclo rubato, abbandonate in strade 10 stecche di sigarette di contrabbando, all'interno di un locale installata una slot machine non collegata alla rete

Via Mongitore

Un imponente servizio di polizia, coordinato dagli agenti del commissariato Oreto-Stazione, ha setacciato nei giorni scorsi le strade del centro storico cittadino. L’operazione si è svolta in una porzione di territorio, quella compresa tra le vie Divisi, Maestri d’Acqua, Montesanto e Roma.

A conclusione dei controlli, su 88 persone controllate, ben il 30 per cento è risultato avere precedenti penali o precedenti di polizia. Sei veicoli sono stati sequestrati perché sprovvisti di copertura assicurativa, due fermati perché privi di targa e due soggetti sanzionati perché sprovvisti dei documenti di circolazione. Un motociclo rubato è stato ritrovato nei pressi dell’androne di un edificio ed è stato sottoposto a sequestro penale così da procedere alla restituzione al legittimo proprietario. Abbandonata su strada, evidentemente da chi aveva scorto la presenza della polizia, una sacca contenente 10 stecche di sigarette prive della sigla dei monopoli di stato.

Un'ispezione è stata compiuta in una taverna della zona, gestita abusivamente da un pregiudicato, che ha consentito di verificare come l’esercizio fosse privo di tutte le autorizzazioni del caso. All’interno del locale era stata installata una slot machine non collegata alla rete e quindi sottoposta a sequestro amministrativo. Di oltre 17 mila euro il valore delle sanzioni elevate.

Un'importante appendice dei servizi di Polizia si è registrata nei pressi di via Mongitore, a Ballarò, dove i poliziotti - coadiuvati da veterinari e tecnici dell’Asp e dal personale del Corpo Forestale - hanno effettuato mirati controlli sulla prevenzione ed al contrasto del fenomeno del maltrattamento degli animali. Sono stati controllati alcuni locali adibiti a stalle abusive, già nel recente passato oggetto di analoghi interventi della polizia. Quattro i locali ispezionati dagli agenti, nei quali erano ospitati tre cavalli.

Tutti i locali sono risultati inadatti al ricovero degli animali, comunque in discrete condizioni. Sono stati rintracciati i proprietari che hanno rivendicato la proprietà degli animali, senza che però sul passaporto degli equini fosse annotata la traccia del passaggio di proprietà. Ai tre individui è stata contestata la violazione delle norme che impongono il rilascio delle autorizzazioni da parte dell’Asp per l’attivazione delle strutture adibite a stalle, la violazione della norma che prevede la registrazione sul passaporto del cavallo del passaggio di proprietà, ed infine, contestata la produzione di esalazioni insalubri pericolose per la salute pubblica, senza aver dato comunicazione al Sindaco.

Il totale del valore delle sanzioni elevate in questo caso corrisponde a settemila euro. Gli animali sono stati trasferiti, presso centri rispondenti ai requisiti di legge, dove sono stati trasportati grazie all’ausilio dei veicoli messi a disposizione del Corpo Forestale Regionale. All’interno di una delle stalle sono stati trovati anche farmaci per i quali è necessaria la prescrizione veterinaria. I presunti proprietari sono stati invitati a presentare le ricette prescrittive presso la sede dell’Asp.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli nel centro storico, scoperte tre stalle abusive a Ballarò

PalermoToday è in caricamento