Ballarò, nascondono l'eroina nei calzini e un bilancino nell'edicola votiva: due arresti

Nei guai due nigeriani di 26 e 31 anni, in possesso di 23 dosi di droga. In manette per possesso di stupefacenti, in altre due operazioni, anche il conducente di un'auto fermato dalla stradale all'area di servizio di Caracoli e un 18enne trovato con hashish a Brancaccio

L'eroina nascosta in un calzino e il bilancino di precisione in un'edicola votiva. I nascondigli scelti da due uomini, sorpresi a spacciare droga a Ballarò, non sono bastati per evitare le manette. La polizia ha bloccato e arrestato i nigeriani M.P., 26 anni, e C.I. 31 anni.

E' accaduto domenica pomeriggio, ma è stato reso noto solo oggi. A entrare in azione sono stati gli agenti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e del commissariato Oreto – Stazione. Durante un controllo in piazza del Carmine, hanno notato due uomini confabulare tra loro ma una volta vista la Volante si sono divisi e hanno preso strade diverse. Sono però stati raggiunti e identificati. 

Il 31enne aveva nascosto in un calzino un involucro contenente 13 dosi di eroina, suddivise in piccole sfere termosaldate, mentre nelle
tasche dei pantaloni aveva tre banconote da 5 euro. Addosso al 26enne è stato invece rinvenuto, anche in questo caso all’interno di un calzino, un involucro contenente ulteriori 10 dosi di eroina, anch’esse suddivise in piccole sfere termosaldate e nella tasca dei pantaloni una banconota da 20 euro.

Un’altra pattuglia ha effettuato un controllo più approfondito sul luogo dove poco prima erano stati notati i due arrestati trovando, all'interno di un’edicola votiva, un bilancino di precisione. La droga, il bilancino e il denaro sono stati posti sotto sequestro, mentre i due nigeriani sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Un altro arresto per droga è stato effettuato dagli agenti della polizia stradale di Buonfornello, nel corso di un posto di controllo effettuato nei pressi dell’area di servizio di Caracoli. I poliziotti hanno intimato l'Alt a un'auto e il conducente ha gettato un involucro dal finestrino. Un gesto che è servito a poco. I poliziotti lo hanno recuperato e all'interno c'erano 100 grammi di hashish. S.M., conducente e proprietario del veicolo è stato tratto in arresto, mentre il suo passeggero, un minorenne, è stato denunciato. Indagini sono in corso per risalire a fornitori dello stupefacente ed eventuali destinatari.

In manette, in una terza operazione sempre della polizia, un 18enne palermitano residente a Brancaccio F.G.. Fermato per un controllo in via Sacco e Vanzetti, aveva con sè della marijuana e alcuni sacchetti trasparenti vuoti. Aveva anche 450 euro in banconote di diverso
taglio. Altri 30 grammi di hashish sono stati trovati nella sua abitazione, nascosti in un armadio della stanza da letto, insieme ad alcuni bilancini di precisione, decine di bustine trasparenti e un rotolo di pellicola trasparente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento