rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

A Ballarò festa multietnica e maxischermo per Italia-Germania

Un secondo schermo sarà in piazza Bologni. In scena anche l'orchestra e il coro giovanile di Brancaccio, il coro del dipartimento di salute mentale dell'Asp e il Ghana ensamble della Parrocchia S. Nicolò Albergheria

Festa di colori, danza e suoni multietnici, con la possibilità di vedere la partita dell’Italia su un maxischermo: sono questi i temi principali della manifestazione "Sabir Ballarò”, in scena domani partire dalle 18 tra piazza Bologni e piazza Santa Chiara. Si tratta di un'iniziativa promossa dal Comune e organizzata insieme a istituzioni e associazioni che operano nel quartiere di Ballarò, allo scopo di valorizzare il territorio incluso nel percorso Arabo-Normanno",  condividendo un messaggio musicale multiculturale, in un contesto cittadino, che da secoli è stato teatro di contaminazioni culturali.
 
"Sabir – ha detto il sindaco Leoluca Orlando - era un idioma parlato fino al secolo scorso nei porti del Mediterraneo per consentire a mercanti e marinai di paesi diversi di comunicare tra loro, diventando di fatto la lingua  simbolo di integrazione tra i popoli. La manifestazione di domani dimostra la dimensione multiculturale di questa nostra città arabo-normanna ed ancora la vitalità dell’associazione Cassaro Alto che costituisce un punto di riferimento della vita città. E’ un'occasione straordinaria di vivere in chiave artistica la multiculturalità di Palermo nelle piazze Bologni e Santa Chiara con un “intervallo di calcio” per assistere tutti insieme alla partita dell’Italia che ovviamente farà parte dell’intrattenimento complessivo”
 
Sono in programma esibizioni degli studenti di diverse scuole: I.C.S. Perez-Madre Teresa di Calcutta, liceo Regina Margherita, liceo Scientifico "S.Cannizzaro", I.I.S Ragusa-Kiyoara/Parlatore, liceo Classico Vittorio Emanuele II, liceo Artistico Catalano ed ancora di gruppi musicali della consulta delle culture, delle comunità: filippina, mauriziana e cingalese e delle associazioni Angeli del Fare, IDEAhub-Madrigale, Santa Chiara, A.P.S. Logiche Meticce. In scena anche l’orchestra e il coro giovanile di Brancaccio, il coro polifonico "Coralmente" dell'Asp (dipartimento salute mental)  e il Ghana ensamble della Parrocchia S. Nicolò Albergheria.  Oltre alle esibizioni, in piazza Bologni e piazza Santa Chiara saranno proiettati dei video realizzati dalla Cooperativa Terradamare e dai ragazzi dei licei Regina Margherita e Cannizzaro, mentre sarà possibile visitare una mostra realizzata dagli studenti del liceo artistico Catalano dal titolo "Merce indesiderata" nell'atrio del Santa Chiara.

 
Il percorso che unisce idealmente le due piazze prosegue per via Saladino, via del Protonotaro, corso Vittorio Emanuele per ritornare a piazza Bologni e sarà animato da una Street band di ragazzi del Liceo Regina Margherita. Durante la manifestazione sarà attivo il Visitor Center Unesco di Palazzo Gulì, in Corso Vittorio Emanuele. Infine a piazza Bologni sarà montato un maxi schermo che trasmetterà a partire dalle 21 la partita Italia-Germania, valevole per i quarti di finale di Euro2016. Tutta la programmazione di “Sabir Ballarò” riprenderanno al termine della partita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Ballarò festa multietnica e maxischermo per Italia-Germania

PalermoToday è in caricamento