menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

Hashish in cucina, in camera da letto o sotto un sasso per strada: tre arresti

La polizia è intervenuta in tre diverse circostanze: due pusher sono stati individuati a Ballarò e uno a Falsomiele. Complessivamente sono state trovate oltre 150 dosi di sostanza stupefacente

Uno aveva delle dosi di hashish in cucina, l'altro nelle tasche e un altro ancora quando attendeva i clienti le nascondeva sotto un sasso, sulla strada. Tutti però sono stati scoperti e arrestati dalla polizia - nella zona di Ballarò e di Falsomiele - per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In manette, nel corso di tre distinti interventi operati dagli agenti della sezione “Contrasto al crimine diffuso” della Squadra Mobile, i palermitani T.I., 41 anni, G.G., 32 anni, e G.S., 29 anni.  

Nel primo episodio sono intervenuti i "falchi” che, transitando per largo Peppino Denaro a Ballarò, hanno notato la presenza di un volto a loro noto: il 32 enne G.G.  Quando l'uomo ha visto i poliziotti è rientrato frettolosamente in casa. Una mossa che ha fatto scattare ulteriori sospetti e la perquisizione. Sul top della cucina sono state trovate quattro dosi di hashish, già pronte per essere spacciate. C'erano anche un pezzo intero della medesima sostanza del peso di circa 32 grammi, un bilancino di precisione e 695 euro in contanti. Durante la perquisizione domiciliare gli agenti hanno poi riscontrato un allaccio abusivo dell’appartamento alla rete elettrica, per il quale è stato chiesto l’intervento di personale dell’Enel. 

La droga, il denaro (ritenuto provento dell’attività illecita) e tutto il materiale per il confezionamento sono stati sequestrati, mentre G.G. è stato arrestato e posto ai domiciliari in attesa del processo per direttissima.

Sempre a Ballarò, stavolta in via Avolio, i falchi hanno fermato G.S. Gli agenti sono intervenuti dopo avere assistito a "diverse cessioni di stupefacenti agli acquirenti che di volta in volta si presentavano". Il 29enne è stato trovato in possesso di 102 dosi di hashish singolarmente confezionate, 11 dosi della stessa sostanza ma non confezionate, un pezzo di hashish del peso di 25 grammi, e denaro contante pari a circa 222 euro. Anche in questo caso, droga e soldi sono stati posti sotto sequestro, mentre G.S. è stato arrestato in flagranza del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

Il terzo arresto è avvenuto nei pressi di via Aloi, a Falsomiele. Qui è finito in manette T.I. Gli agenti lo hanno notato mentre era in strada, davanti a un negozio e stava attendendo qualcuno. Dopo poco è sopraggiunto un furgone e dopo una breve conversazione con il conducente, ha raccolto un involucro di carta stagnola nascosto sotto un sasso e l'ha consegnato al suo interlocutore ricevendo in cambio dieci euro. A questo punto gli agenti sono intervenuti bloccando T.I.. Sotto il sasso i poliziotti hanno trovato una busta con cinque dosi di hashish e l'uomo aveva con sè 40 euro in banconote di piccolo taglio. La perquisizione è stata poi estesa alla sua casa. Qui c'erano un'altra busta con all’interno 30 pezzi di hashish per circa 34 grammi, una bustina con 1,5 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e monete per circa 70 euro. Droga, denaro e materiale per il confezionamento delle dosi sono sotto sequestro, mentre T.I. è stato arrestato e posto ai domiciliari in attesa di processo.

Tutti gli acquirenti che sono stati fermati durante i servizi anti spaccio disposti dalla Questura sono stati sottoposti a controllo e sono stati segnalati alle competenti Autorità, quali assuntori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento