menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"E' uno spacciatore": nigeriano scappa, poi prende poliziotto a calci a Ballarò

In manette un trentunenne con l'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: i poliziotti l'hanno notato mentre si aggirava con fare sospetto nelle stradine del mercato con un involucro misterioso ("poi fatto sparire da ignoti", dicono dalla questura)

Lo notano nel cuore di Ballarò mentre passeggia in modo sospetto, quindi lo fermano dopo un breve inseguito. Per tutta risposta sferra un calcio a un poliziotto. Un nigeriano di 31 anni, Tony Ojukwu, è stato arrestato ieri dagli agenti del commissariato Libertà: l'accusa è di resistenza e lesioni a un pubblico ufficiale.

"L’arresto - dicono dalla questura - è avvenuto nel mercato di Ballarò, spesso luogo di spaccio a cielo aperto". Ecco i fatti: gli agenti, in abiti civili, hanno notato il trentunenne. A incuriosirli sarebbe stato l'atteggiamento visibilmente sospetto del nigeriano "che stava tenendo in mano un involucro, probabilmente contenente droga", dicono dalla polizia.

Gli agenti così hanno deciso di far scattare il controllo. "Con un movimento fulmineo il trentunenne ha spintonato gli agenti, colpendo uno di loro con un calcio - spiegano dalla questura -. L’uomo, dopo aver gettato per terra l’involucro che teneva in mano, è fuggito nelle strade del mercato. Poco dopo è stato bloccato, ma nel frattempo, approfittando della confusione che si era creata, ignoti hanno fatto sparire l’involucro". Per Ojukwu è scattato l'arresto: da accertamenti più approfonditi è risultato essere non in regola con la normativa che disciplina l’ingresso dei cittadini stranieri nel nostro territorio. Per questo motivo il trentunenne verrà espulso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento