menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Patrizio Cinque

Il sindaco Patrizio Cinque

Bagheria, un "pronto soccorso sociale" in un bene confiscato alla mafia

Si tratta di un centro di ristoro e accoglienza con sette posti letto: previsto anche un servizio mensa, docce e servizi igienici, fornitura di abbigliamento e lavanderia

Un pronto soccorso sociale in un bene confiscato alla mafia: sarà inaugurato, a Bagheria, giovedì alle 10.30,  in via Primo Incorvino, 21. Si tratta di un centro di ristoro e accoglienza, realizzato in un locale trasferito al patrimonio indisponibile del Comune di Bagheria, grazie ai fondi del Po Fers Sicilia 2007-2013.

"Servirà a dare un’immediata risposta a tutte quelle situazioni individuali o familiari di emergenza sociale che necessitano di una presa in carico seppur temporanea - si legge in una nota -. Un aiuto alla famiglia o al singoli con supporto psicologico contro l’emarginazione. E’ previsto anche un servizio mensa, docce e servizi igienici, fornitura di abbigliamento e lavanderia, sette posti letto (più tre culle), e accompagnamento a interventi psicologici e medico-specialistici erogati dai servizi sanitari locali. All’inaugurazione - tra gli altri - saranno presenti anche il sindaco Patrizio Cinque e l’assessore alle Politiche Sociali Maria Puleo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento