Cronaca

Quando ammalarsi diventa un lusso: Bagheria, ospedale chiude per ferie

Scoppia la polemica per la decisione del dipartimento ortopedico e riabilitativo Rizzoli di Bologna, che opera a Villa Santa Teresa, bene confiscato alla mafia. Stop di 23 giorni: attività sospese da sabato 27 luglio fino a lunedì 19 agosto

Occhio, perché ammalarsi adesso rischia di diventare un lusso. L'ospedale chiude per ferie e scoppia la polemica. La decisione del dipartimento ortopedico e riabilitativo Rizzoli di Bologna, che opera a Villa Santa Teresa, a Bagheria, spiazza tutti. L'ospedale ha annunciato la "vacanza" con una comunicazione. Stop di 23 giorni.

L'ospedale della mafia, come è stato ribattezzato, chiude i battenti. ”Ho chiesto un immediato accertamento per verificare se è vero che la struttura stia per chiudere per ferie – dice Pippo Digiacomo, presidente della commissione Sanità all’Ars -. Spero si tratti di un equivoco, uno spiacevole e imbarazzante equivoco rispetto al quale, comunque, i responsabili dovranno fornire spiegazioni”. Attività sospese da sabato 27 luglio fino a lunedì 19 agosto.

La sede siciliana della Rizzoli opera a Bagheria a seguito della convenzione stipulata nell’ottobre 2011 con l’assessorato alla Salute della Regione Siciliana. Villa Santa Teresa, che è un bene confiscato alla mafia, è un importante punto di riferimento in campo ortopedico per il bacino della Sicilia Occidentale. Pippo Digiacomo ha convocato la commissione per avviare una serie di accertamenti sulla vicenda. “Sarebbe gravissimo – aggiunge – se qualcuno pensasse di poter far chiudere una struttura ortopedica sostenuta con fondi pubblici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando ammalarsi diventa un lusso: Bagheria, ospedale chiude per ferie

PalermoToday è in caricamento