Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Via Francesco Crispi

Bagheria, badante incendia il portone dell'ex datore di lavoro per vendetta

Ci sarebbe una controversia per il mancato rispetto del contratto di lavoro alle base del gesto compiuto ai danni di un imprenditore. La collaboratrice domestica e il compagno sono stati fermati dalla polizia

Via Crispi - Foto Google

Un rapporto di lavoro cessato in modo brusco, con tanto di causa in tribunale, e un rogo appiccato per "vendetta". Ci sarebbe questo dietro un principio di incendio che si è sviluppato in una palazzina al civico 9 di via Crispi a Bagheria. Due persone sono state fermate e la loro posizione è adesso al vaglio della polizia.

L'allarme è scattato intorno alle 13 quando i padroni di casa, un imprenditore in pensione e la moglie, si sono accorti che la loro porta d'ingresso stava bruciando. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, che hanno spento le fiamme e verificato che non ci fossero feriti o danni strutturali. Le fiamme hanno annerito il prospetto dell’abitazione e danneggiato pesantemente la porta di ingresso.

Sul posto è intervenuta anche la polizia, oltre ai sanitari del 118 in soccorso di un residente del palazzo, disabile, che si è sentito male appena ha visto il fuoco. Gli agenti di polizia hanno fermato l'ex badante e il compagno: avrebbero cosparso la porta con liquido infiammabile per poi appiccare il rogo. Tra loro il rapporto di lavoro non si sarebbe concluso pacificamente e per questo è in corso una causa legale. I due poi sono stati portati in commissariato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagheria, badante incendia il portone dell'ex datore di lavoro per vendetta

PalermoToday è in caricamento