menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La discarica di Bellolampo

La discarica di Bellolampo

Bagheria, è scontro tra M5S e Crocetta: "250 km per scaricare i rifiuti"

La Regione ha imposto il conferimento a Melilli. Il Comune vorrebbe poter utilizzare la discarica di Bellolampo. Il deputato M5S Siragusa: "L'ordinanza del Presidente mette in ginocchio uno dei pochi comuni del palermitano che ha intrapreso un percorso virtuoso"

E' scontro tra il Comune di Bagheria e la Regione Siciliana sui rifiuti. La Regione ha deciso che l'indifferenziato deve essere conferito a Melilli, in provincia di Siracusa, a circa 250 chilometri di distanza da Bagheria. Il Comune chiede di poter utilizzare la discarica di Bellolampo, come già fanno altre amministrazioni della provincia, per motivi di carattere logistico ed economico. A lanciare l'appello al Governatore Crocetta è il deputato regionale M5S Salvo Siragusa: chiede che allo scadere dell'ordinanza, le cose possano cambiare.

"Bagheria - spiega Siragusa - è l'unico comune del palermitano a dover conferire ad oltre 250 km che, tra andata e ritorno costringe uomini e mezzi a percorrere oltre 500 km, nonostante i significativi progressi di incremento di raccolta differenziata, aumentata del 12% in soli due mesi passando dal 3% di giugno (data di partenza della sperimentazione) ad oltre il 15% della prima metà di settembre". 

"È inconcepibile che un qualsiasi comune siciliano venga obbligato ad attraversare l'isola per conferire i rifiuti prodotti ", dichiara l'assessore Fabio Atanasio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento