Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Caso baby squillo: "Tra i clienti di Naomi anche un magistrato palermitano in pensione"

Si sdoppia l'inchiesta che vede coinvolti una minorenne e insospettabili professionisti della "Palermo bene". Gli atti sono stati inviati a Caltanissetta dopo una nuova testimonianza della ragazzina

Si sdoppia l'inchiesta sul giro di prostituzione minorile scoperto la scorsa primavera e che coinvolgerebbe insospettabili professonisti della "Palermo bene". Tra i clienti della baby squillo ci sarebbe anche un magistrato del capoluogo siciliano e per questo motivo gli atti sono stati inviati a Caltanissetta.

Sono stati i pm palermitani a trasmettere il fascicolo ai colleghi dopo che la ragazzina (oggi quasi ventenne, ma all'epoca dei fatti aveva 16 anni, ndr) aveva rivelato che uno dei suoi clienti si sarebbe presentato come giudice. Naomi, così si faceva chiamare la ragazzina, ha parlato di un uomo anziano. Se i fatti fossero confermati e se il magistrato fosse stato in pensione, gli atti da Caltanissetta ritornerebbero a Palermo.

Figura centrale dell'inchiesta, al momento, è quella di Dario NicolicchiaAll'epoca dei fatti era legato sentimentalmente alla ragazzina e sarebbe stato proprio lui a convincerla a prostituirsi. Aveva anche apeerto una pagina Facebook per "pubblicità". Racconti precisi e dettagliati. Nicolicchia e la baby squillo si erano conosciuti a una fiera internazionale di fumetti sulla cultura nipponica.

La scintilla tra i due era infatti scoccata proprio grazie alla passione in comune per il Giappone. Nonostante la differenza di età scoppia la passione. “Dario sulla Luna”, come si faceva chiamare lui su Facebook, le mette in testa un sogno: il viaggio in Giappone, insieme. Ma servono tanti soldi per partire. E qua scatta il progetto. Sarebbero almeno 40 gli uomini con cui la baby squillo avrebbe avuto rapporti dall'ottobre del 2013 al novembre del 2014. Ma quei soldi che sarebbero dovuti servire per il Giappone finiscono invece in un altro "investimento", ovvero la moto di lusso che acquista Nicolicchia. 

Il rapporto tra i due vacilla, si spezza. Fino a quando "Naomi" dice basta, racconta tutto alla madre, e poi alla polizia, facendo scattare l'arresto del suo ex fidanzato per sfruttamento della prostituzione minorile. In queste ore sono partiti gli interrogatori dei clienti. Davanti al pm ha parlato anche un poliziotto di 43 anni e un avvocato rinomato. Si parla di una valanga di rapporti. Segreti come siluri. Mentre la Palermo bene trema.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso baby squillo: "Tra i clienti di Naomi anche un magistrato palermitano in pensione"

PalermoToday è in caricamento