Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Tram, si rischia lo stop dei lavori: si cercano 20 milioni per la Sis

La somma rappresenta un anticipo sul finanziamento di 87 milioni per la perizia di variante che darebbe "ossigeno" alla ditta incaricata dei lavori che ha anticipato cospicue somme. Giuffrè: "Il Sindaco ha già avviato diversi contatti"

Un passo avanti per evitare il blocco dei lavori per il tram. Ieri pomeriggio si è tenuto l'incontro promosso dal Prefetto dove erano presenti il Comune, la Regione, l'Amat, la Sis e le organizzazioni sindacali. Erano state queste ultime a sollecitare la convocazione di un tavolo per avere informazioni sulla situazione dei pagamenti dovuti per le attività già fatte e sulle prospettive dei cantieri dell'importante opera infrastrutturale.

In sostanza per portare a termine i lavori servono circa 20 milioni di euro entro il 24 maggio. Non si tratta di costi aggiuntivi ma di un anticipo sul finanziamento di 87 milioni per la perizia di variante per dare ossigeno alla Sis, la ditta incaricata dei lavori. L'assessore Tullio Giuffrè ha confermato quanto già comunicato alla stampa nei giorni scorsi circa i passi formali compiuti dall'Amministrazione a spasso spedito: "Proprio stamattina abbiamo trasmesso alla Regione - ha detto l'assessore - l'ultima delibera di Giunta approvata martedì notte, con cui si è concluso l'iter che può permettere l'emanazione del decreto di finanziamento”.

Allo stesso tempo, l'assessore ha informato di una lettera che il Sindaco ha inviato stamattina al ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi, nella quale ha fornito informazioni e dati sulla conclusione dell'iter di approvazione della perizia di variante ed ha quindi chiesto che da parte del Ministero riprendano i trasferimenti, interrotti alla fine del 2011. E' stato da allora il Comune a farsi carico di tutte le spese, anche di quelle dovute dal Ministero.

L'Assessore ha anche informato dell'attività che in queste ore il Sindaco sta svolgendo, accogliendo una richiesta avanzata dalla Sis nel corso della riunione di giorno 3, nei confronti del sistema bancario, cui è stato chiesto, alla luce dell'avvenuta approvazione della perizia di variante e quindi della imminente erogazione da parte della Regione di una ulteriore consistente quota del finanziamento (circa 20 milioni), di intervenire per alleggerire la sofferenza economica della stessa ditta esecutrice dei lavori, che nel corso del 2012 ha anticipato cospicue somme per l'avanzamento dei lavori. "Il Sindaco - ha detto Giuffrè - ha già avviato diversi contatti, i cui risultati saranno noti entro la fine di questa settimana".

Infine l'Amat ha comunicato ai sindacati che, alla luce della richiesta di proroga presentata formalmente dalla Sis giorno 24 aprile, ha invitato la stessa società a fornire, entro lo stesso giorno 13, una chiara indicazione dei tempi che vengono considerati necessari per il completamento dell'opera, senza ulteriori costi per le casse pubbliche.

La riunione è stata presieduta dal vice Prefetto Vicario Maria Teresa Cucinotta, che ha manifestato l'intenzione della Prefettura di supportare le azioni compiute dall'Amministrazione comunale e da quella regionale perché l'intera vicenda si concluda positivamente, quindi supportando tanto le richieste di sblocco dei pagamenti da parte del Ministero quanto le richieste rivolte al sistema bancario.

Le Organizzazioni Sindacali dal canto loro hanno registrato positivamente i passi avanti fatti in questi ultimi giorni per lo sblocco dei pagamenti all'azienda e per le possibilità che non si interrompano i lavori, rimandando comunque all'esito della riunione già fissata per giorno 13 la valutazione di eventuali iniziative.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tram, si rischia lo stop dei lavori: si cercano 20 milioni per la Sis

PalermoToday è in caricamento