Partinico, incendiati quattro autocarri Si segue la pista delle estorsioni

Le vetture, distrutte dalle fiamme, si trovavano in un piazzale sulla strada statale 113. Sul posto sono intervenuti i militari dell'arma. Si segue la pista del racket delle estorsioni

Gli autocarri incendiati a Partinico

Appiccato nella notte un incendio a Partinico. Avvolti dalle fiamme quattro autocarri esposti in un piazzale sulla statale 113 e pronti ad essere venduti. Sul posto sono intervenuti carabinieri e vigili del fuoco, ma i mezzi sono stati distrutti.

I mezzi coinvolti sono tre Fiat Iveco ed un Piaggio Portes, ma le cause del rogo sono ancora da accertare. In una zona così delicata, gli inquirenti non escludono la pista dell'incendio doloso a fini estorsivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento